Che ansia!!!

ansiaCi sono giorni, questi giorni, che scorrono quasi sereni. Dico quasi perchè è impossibile dimenticare perchè e come siamo in questa quarantena. Altri invece è l’ansia che la fa da padrona. Io sono ansiosa di natura anche quando non c’è un motivo vero per esserlo. Quindi potete ben immaginare come mi sento. Però cerco di non darlo a vedere mantenendomi calma e serena.

Perciò ho deciso di cercare un aiuto in rete. Qualche consiglio l’ho trovato,
mi sembra giusto quindi condividerlo con voi.

Il primo viene da uno psicologo.

lezione di psicologiaUno psicologo insegna ai suoi studenti come gestire lo stress…
Prese un bicchiere d’acqua e si avviò per la stanza, in silenzio… Tutti si aspettavano una domanda tipo – è mezzo pieno o mezzo vuoto? Ad un certo punto si fermò, alzò il bicchiere e chiese ai suoi studenti: ” Quanto è pesante questo bicchiere d’acqua?”
Meravigliati, gli studenti hanno dato risposte tra 250 e 500 gbicchiere-dacqua-psicologo-pagani
nPsicologo risponde: peso assoluto non importa… Importa quanto tempo lo tieni alzato… Un minuto – nessun problema… Un’ora – un braccio dolorante… Un giorno – paralizza il braccio… In ognuno di questi tre casi il peso del bicchiere non cambia. Cambia solo il tempo … più il tempo passa, più diventa pesante… Lo stress e le preoccupazioni della vita sono come il bicchiere d’acqua… Se si pensa di meno a loro- non succede quasi nulla. Se si pensa di più- il cuore inizia a far male… Se stai pensando a loro per tutto il tempo – paralizzano la tua mente … non puoi fare più nulla.bicchiere d'acqua stress
Ecco perché è importante alleviare lo stress… Quando arrivi a casa la sera, lascia fuori le tue preoccupazioni … Non portarle con te durante la notte… Metti giù il bicchiere!!!”

Sembra facile! Noi a casa ci siamo già, le preoccupazioni non possiamo chiuderle fuori di casa, vivono di pari passo con noi!!! E allora? Allora ecco altri consigli…

Iniziando dalla mattina, ci sono gesti che fanno quasi parte di un rito, e che ci fanno ben iniziare la giornata scacciando l’ansia che è in agguato dentro di noi.
Per prima cosa apriamo le finestre e respiriamo l’aria fresca del mattino

Poi cosa c’è di più bello nel prepararsi una buona colazione? Mangiare un dolcetto, tanto per coccolarci.

Prendersi cura della propria persona. Anche se stiamo a casa è importante sentirsi in ordine e ben curate.abbigliamento di marzo

Qualcuno consiglia di fare qualche esercizio di ginnastica tanto per tenersi in forma.scoprire lo yoga

Tenere la casa pulita e ordinata.pulizie di primavera

Nel frattempo fra una cosa e l’altra , ricordarsi di lavarsi spesso le mani.lavarsi le mani

leggerePossiamo dedicarci alla lettura, fare un po’ di spesa online…spesa on line

Ovviamente ho un po’ scherzato, tanto per alleggerire la giornata che a dire la verità non so più a quale giorno della settimana appartenga….mattino pomeriggio e sera

insomma, nell’attesa di tempi migliori, ognuno di noi può e deve trovare dentro se stesso la ricetta della felicità.ricetta felicità

Felicemente vostra, Vitty.

Autore: vittynablog

Mi piace scrivere e condividere le mie idee e quelle degli altri

27 pensieri riguardo “Che ansia!!!”

    1. No, non lo è per niente facile!! Quando il braccio si intorpidisce, sembra quasi che il dolore non ci sia più. Ma è solo un’illusione, perchè basta niente che il dolore torna più forte e cattivo “di pria “…

      Ciao Lucy cara, ti mando un abbraccio che mi mancano tanto in questo periodo!!! ❤

      Piace a 1 persona

  1. Trovo molto stressante doversi confrontare con più preoccupazioni alla volta. Quello può essere devastante. Per cui in tanti casi faccio una cosa alla volta. Cerco di suddividere il peso in più bicchierini. Ma non sempre dipende solo dalla propria propensione personale.

    Piace a 2 people

  2. Ansia e stress sono i miei più grandi nemici, che mi hanno procurato nella vita sempre un sacco di problemi, dagli attacchi di panico, alla psoriasi, ecc ecc.
    Se entro nella fase razionale, capisco perfettamente cosa devo e dovrei fare per tenermele alla larga. Il problema è che la razionalità non si attiva in “quelle” situazioni, la cerchi e non la trovi. Oppure non la cerchi proprio, ed ansia e stress hanno buon gioco.

    Piace a 1 persona

      1. Certamente.
        Psi (cologi e chiatri) hanno contribuito ad aiutarmi, ma l’aiuto migliore l’ho sempre trovato dentro di me. Ho avuto con loro un cattivo rapporto, perché non accettavo il fatto che la soluzione fosse contenuta in una pillola. Solo con una dottoressa più giovane andò bene, perché mi sembrava più attenta a ciò che le dicevo.

        Piace a 1 persona

      2. Allora devo farti i complimenti per aver trovato in te la forza se non di superarli, almeno di controllarli, questi attacchi di ansia. Hai fatto bene a non cedere ai medicinali. Tu sei stato più forte!!!! ❤

        "Mi piace"

  3. In modo ammonitore e quasi insofferente (della serie “non mi fate perdere tempo e ascoltate quello che vi ho suggerito!), carissima Vitty, tu concludi il tuo post con: “insomma, nell’attesa di tempi migliori, ognuno di noi può e deve trovare dentro se stesso la ricetta della felicità”. Augh!

    “Fosse facile!” . . . egregiamente commenta Lucy The Wombat, e sono perfettamente d’accordo.

    Potrebbe essere facile “trovare dentro se stessi” quella ricetta antistress se non si vivesse in comune (o non si vive!), per cui non essendo nessuno di noi “solo sul cuor della terra” (tranne in poesia), occorre fare i conti (e che conti, certe volte!) con l’altro, o l’altra come sempre nel mio caso, che è stata (si fa per dire) causa primaria di ogni mio stress (anche se poi se ne pente, dice)

    NOVO__SAL

    Tu resti sempre la più stravagante,
    la più imprevedibile . . . colei
    che ha per norma solo la variante:
    tu sei quella che sei e che non sei!

    Sotto l’insegna del contrario vivi:
    fedele . . . tu ti atteggi un po’ a fraschetta,
    le poesie odi . . . ma le scrivi,
    appari calma . . . ma fai tutto in fretta.

    Per come ami . . . con la tua passione
    — sorretta da una base niente male,
    che dai piedini, anzi dal ditone,

    fino ai capelli vale . . . ah, se vale! —
    mi fai sbalzare in alto la pressione
    . . . e poi in farmacia mi compri il sale.

    Così non si alza . . . Quanto sei carina,
    quando ti atteggi a crocerossina!

    Se come Apollo sei luminescente
    di più sei come Ermes, sfuggente,
    variegata, ironica, avvolgente,

    o Venere, avvenente avvenente,
    o Esculapio, che cura in un niente,
    per cui da te dipendo . . . eternamente.

    (Cassandro)

    Piace a 2 people

    1. Ma no, ma no Cassandro, ma quale “in modo ammonitore e quasi insofferente”!

      E’ proprio il contrario! Io non potrei permettermi di dare consigli su come superare i momenti di ansia! Ho voluto usare un tono semi-serio giusto per far sorridere un po’ per allentare questa morsa che ci stringe la gola e talvolta non ci permette di respirare.

      L’unico consiglio serio, l’ha dato lo psicologo del quale ho riportato pari pari le parole. Il resto l’avrai visto anche te, era solo per sorridere!!!!

      Suvvia, dimmi che non pensi più che ho usato un tono ” ammonitore e quasi insofferente!” 😉 Anche per non è facile vivere in perenne compagnia… ogni tanto si avrebbe bisogno di un momento di solitudine, giusto per desiderare di avere di nuovo compagnia!!1 lo vedi, noi donne siamo tutto e il contrario di tutto, come la dolce compagna di cui parli nella bella poesia NUOVO__SAL

      Hai proprio centrato il problema quando affermi :

      “tu sei quella che sei e che non sei!

      Sotto l’insegna del contrario vivi:”

      Un modo per tenere sempre vivo il rapporto a due, non trovi? E mi pare sia una tattica vincente visto come concludi :

      “o Venere, avvenente avvenente,
      o Esculapio, che cura in un niente,
      per cui da te dipendo . . . eternamente.”

      Una conclusione che ogni donna vorrebbe sentirsi dire! Ah la fortuna di avere accanto un poeta!!!

      Ciao Cassandro, grazie per questo spiraglio di vita così armonioso e bello!!!!

      ❤ ❤ ❤

      "Mi piace"

      1. Non so, magari dovremmo provare a spegnere e riaccendere qualche interruttore, in genere funziona!
        (Beh, in realtà visto il mio pessimo rapporto con la tecnologia, spegnere e riaccendere in genere è l’unica cosa che mi azzardo a tentare!)

        Piace a 1 persona

  4. quindi pensi che questa ondata di notizie battenti e tutte negative abbiano contribuito a fare solo del male all’opinione pubblica?
    Io credi di si e da tempo ascolto solo il TG regionale delle 19,30 poi solo programmi leggeri.
    Il possibile lo faccio come prevenzione ma il resto lo lascio alla casualità

    Piace a 2 people

    1. Anch’io credo di si Andrea, senza se e senza ma. Hanno detto il contrario di tutto e terrorizzato con i numeri dei morti, col dire che non potanno dare la precedenza agli anziani nelle sale di rianimazione che tanto…

      Siciramente da sempre i medici sono costretti a fare delle scelte. Ma non c’è bisogno di sbanderiarlo con tanto cinismo.

      Anch’io ho smesso di seguire la tv con i suoi bollettini di guerra. Segui le direttive, ma cerco , nei limiti, di fare quello che facevo prima…

      "Mi piace"

  5. mi sembra che il suggerimento più efficace, per restare nella simbologia del bicchiere, sia contenuto nella seconda foto (del bicchiere): il braccio continua a reggere il bicchiere ma con il gomito sta appoggiato a un piano minimizzando la fatica. Insomma, se non puoi accantonare, rimuovere, l’ansia, cerca un supporto per renderla più lieve.
    ml

    Piace a 2 people

  6. sono anche io un’ansiosa, pure quando motivo non c’è (ma potrebbe sempre arrivare, no? è questo che ci agita, giusto?) molto utile è NON cercare di disinstallare proprio niente ma seguire i consigli dei maestri buddisti: mettiti ad ascoltare l’ansia, accettala, osservala senza giudizi o fatiche inutili per allontanarla. Molto utile è visualizzare se stessi che osserviamo l’ansia, si può anche immaginare un profumo o qualcosa che ci piace che si appoggia su di lei. Provare per credere e concentrarsi sul respiro…

    Piace a 2 people

    1. Ti ringrazio del consiglio Margot, proverò a lasciarmi andare senza cercare di controllare la situazione. Anche se so che non sarà facile, perchè sto’ bene attenta a tenere tutto sotto controllo. Anche quando ho seguito il corso per dominare i dolori del parto, sono stata l’unica del corso, che non è mai riuscita a rilassarsi lasciandosi andare. E’ andata a finire , non per mia volontà, ma per cause impreviste, che mia figlia è nata col cesareo.

      Comunque mai dire mai…hai visto mai che ci riesca??? Grazie dei preziosi consigli!!! Ti abbraccio!!! ❤

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...