Auguri Marilyn !

marylyn compleannoOggi 1 Giugno, ricorre il compleanno di Marilyn Monroe ! Chissà come sarebbe alla bella età di 94 anni!!! Non lo sapremo mai perchè l’attrice è morta il 5 Agosto del 1962 in circostanze abbastanza misteriose, all’età di 36 anni diventando così un mito a tutti gli effetti!!! Non ho dubbi che resterà per sempre un’icona di quei fantastici anni ’50 che l’hanno vista protagonista di pellicole indimenticabili, come Quando la moglie è in vacanza o Fermata d’autobus.

E che nessuno potrà mai dimenticarla mentre canticchia “Happy birthday Mr. President”rivolta a JFK con una voce emozionata, infantile e allo stesso tempo seducente, 19 maggio 1962, appena tre mesi prima della sua morte. Per l’occasione sfoggiò un abito in seta da vera diva quale era, con diamanti, perle e lustrini. Era talmente aderente alle sue forme mozzafiato, che l’ultima parte dalla vita in giù le fu cucito addosso. Davvero bellissima e indimenticabile. L’abito non è mai più stato realizzato ne’ indossato. Lo stilista e costumista francese Jean Loui lo aveva ideato solo per lei!Marilyn-Monroe.e abito auguri

Ora a distanza da tanti anni della sua morte, il loculo accanto al suo nome, si è liberato…quindi se qualcuno avesse il desiderio di riposare “ Da qui all’eternità” accanto alla bella Marilyn , non dovrà fare altro che sborsare Marilyn-Monroe- tomba
475 mila dollari, la metà del prezzo richiesto un anno fa e una frazione di quanto raggiunto oltre dieci anni su eBay per un altro loculo al Westwood Memorial Park adiacente a quello dell’attrice, per chiudere l’affare. L’attuale proprietario, John Thill, ha reclamizzato l’offerta sul Los Angeles Times decantando la speciale posizione immobiliare della tomba: oltre che accanto a Marilyn, è vicina a quella di Hugh Hefner, il famoso papà delle conigliette di Play boy.marylin-hefner-

Oh, so’ soddisfazioni….

Comunque, a parte questa parentesi , vorrei dedicare una poesia alla bella e sfortunata Marilyn . Sono versi di un poeta francese vissuto fra il 1500 e il 1600, François de Malherbe.

“Ma lei era di quel mondo dove le più belle cosemarylyn rosa
Hanno il peggior destino,
E Rosa, lei ha vissuto quel che vivono le rose
Lo spazio d’un mattino.”

Auguri Marilyn, da vitty !

Autore: vittynablog

Mi piace scrivere e condividere le mie idee con quelle degli altri

17 pensieri riguardo “Auguri Marilyn !”

  1. Molto amata, anche dalle donne, sia per la sua fine tragica che perché in qualche maniera è emersa la sua fragilità. Così si chiude un occhio sul fatto che per far carriera andò a letto con qualcuno… Comunque niente da dire: era una brava attrice.

    Piace a 1 persona

    1. Nell’ambiente del cinema di allora ( e forse ancora ) per poter lavorare essere ” gentili ” con i produttori o chi contava era d’obbligo! Di Marilyn se ne sono approfittati in molti. Mi ha sempre colpito la sua fragilità, la sua tristezza e solitudine interiore. Quasi non c’è da crederci, perchè era molto ammirata, bella! E pure ricca. Ma non si sentiva amata…. povera Marilyn!!!

      Piace a 2 people

  2. Cosa è una donna ????
    ho letto tante definizioni e tanti bei discorsi come tante cretinate senza senso.
    Noi uomini poi siamo così cretini che abbiamo gli occhi più grandi del cuore e si finisce per apprezzare solo l’aspetto consumistico di una donna
    Penso a quel beduino, emiro, che sborso un sacco di milioni per avere una sua calaza e poi impiccarcisi.
    Ricordiamola nella sua bellezza e dimentichiamola nella sua solitudine

    Piace a 1 persona

  3. zitti Ecco la mia giornata stamani alle 6:15 ero nell’orto ad annaffiare alle 8:50 a Pistoia per vedere una macchina operatrice alle 10 ero a Casalguidi al vedere una pianta che mi hanno chiesto sono rientrato alle 11:30 e Alle 12 ero col decespugliatore fino alle 4 alle 17 docciato a fare un sopralluogo per una stima di un terreno finalmente Alle 19:10 altra doccia e cena se vuoi Cancella tutto

    Piace a 1 persona

    1. Perchè mai dovrei cancellare il tuo scritto Andrea. Anzi, ti sono grata per averlo scritto, in special modo dopo una giornata così colma di impegni, sapere che hai trovato del tempo per me…be’ mi onora!!!! Ciao, buona e tranquilla serata! 🙂

      "Mi piace"

  4. Nessuno potrà mai dire, Vitty, per nostra fortuna, se è meglio andare via molto prima o molto dopo. E’ solo una questione letteraria. A 94 anni pure George Clooney (1961) non potrà più incantare le cinquantenni col suo “What Else?”

    Soltanto alcuni, graziati dal Cielo riescono a ritardare l’ingresso nel “Viale del tramonto”? Da ultimo, ad esempio, Clint Eastwood (1930).

    Per mia fortuna non sono in concorrenza con loro!

    Comunque, secondo me, nella vita c’è sempre una corrispondenza fra le varie situazioni che si vivono, ora per analogia ora per opposizione. Teniamolo quindi ben presente . . .

    IL CONTRAPPASSO
    (Marilyn)

    Parlo di quella ‘cosa’ che si attesta
    volenti o nolenti insieme a noi
    . . . di quella triste età, che è indigesta,
    pesante più che coppia di buoi.

    Cioè della “vecchiaia”, che arriva
    sempre e comunque, se ti è andata bene,
    e sempre che di questa non ti priva
    quell’ “imprevisto” che a volte viene,

    per cui all’età che avanza “Evviva”,
    tu dici, anche se sei tra le pene,
    se sei di scortesie parte passiva,
    se non puoi stare sempre sulle scene.

    E’ il contrappasso. Se si vuole vita
    lunga tu “vecchio” devi diventare,
    non capir che sei a fine gita,
    che solo pane e latte puoi mangiare,

    farti canuto, storcere le dita
    . . . e i giovani per strada criticare.
    L’alternativa? . . . Prendere l’uscita
    prima . . . Trovalo tu chi lo vuol fare?!

    La Marilyn Monroe rimane quella
    del vestitino che le vola alto
    soltanto perchè lei sulla sua stella
    fece nel suo splendore il grande salto.

    Per questo resterà sempre la bella
    da farci invidiare quell’asfalto,
    l’amica che consola, la sorella
    che a vecchi tabù dava l’assalto

    . . . e che a nessuno dava la pagella.

    (Cassandro)

    Piace a 1 persona

    1. Poni un bel quesito Cassandro!! E come tu stesso hai sottolineato,” nessuno potrà mai dire se è meglio andare via molto prima o molto dopo ”

      Potrei solo dire dipende da quello che porta la vecchiaia. Se lo scorrere degli anni, arriva tranquillo, be’ allora, anche invecchiare fa meno paura.

      Altrimenti…maglio andarsene prima del declino, lasciando per sempre ai posteri,l’immagine perfetta della giovinezza. Così come è accaduto alla bella Marilyn, o all’irrequieto James Dean, tanto per citarne due molto famosi.

      Nel mio cuore e mente, resterà per sempre il ricordo di mio padre, alto, bello, con occhi azzurri e capelli biondi. Giovane e invincibile, come un novello ” tarzan della città” Perchè così venivano chiamati i vigili del fuoco una volta. E’ mancato giovanissimo, condannato a restare un eterno ragazzo.

      Certo avrei preferito fosse invecchiato…

      “E’ il contrappasso. Se si vuole vita
      lunga tu “vecchio” devi diventare,
      non capir che sei a fine gita,
      che solo pane e latte puoi mangiare,”

      Chissà come sarebbe stato il mio genitore invecchiato…. così come mi chiedo se sarebbe orgoglioso di me, o mi troverebbe ancora mille difetti. Non lo saprò mai. Una cosa è certa, a distanza di tanti anni, cerco sempre di fare le cose che a lui avrebbero fatto piacere. Non ho dimenticato i suoi inegnamenti…

      Lo vedi Cassandro con questo argomento sono andata fuori tema. Per farmi perdonare ti invio il filmato della scena di Marilyn del vestito che svolazza…. Perdonata? Ciao!!!!

      "Mi piace"

  5. Dato che non è in nostro potere di sapere se la vecchiaia sarà “tranquilla” o meno, chiniamo la fronte al “Massimo fattor”, e se si vivrà . . . si vedrà.

    In ogni caso ci supporta la fantasia, la quale — se sorretta da bontà e intelligenza — ricreerà in noi immagini positive che acquieteranno l’animo, come è capitato a te, carissima Vitty, con il Tuo “tarzan della città” (non conoscevo questa splendida definizione) volta a qualificare i Vigili del Fuoco. Il tuo Babbo sarà sempre solo quello che hai descritto nella risposta a Cassandro, “alto, bello, con occhi azzurri e capelli d’oro”, novello Carlo Pisacane della Spigolatrice di Sapri.

    Da Tarzan passiamo ad altro splendido personaggio al femminile: la sua compagna Jane, che per bellezza possiamo paragonare alla splendida indimenticabile Marilyn.

    Grazie per avere inviato il video del famoso svolazzamento del vestito della Monroe,
    per fare una considerazione estrema: ma quanto è scandaloso quel filmato!

    Col metro di oggi sembra girato in un convento di Orsoline, e le relative foto rievocano quasi un clima di suffragette!

    Il tempo certo galoppa e livella tutto al basso: le foto di Marilyn, un tempo (ma quanto si era bigotti!) giudicate tanto scandalose, appaiono oggidì assolutamente castigate, pur se sempre molto molto eccitanti perché più che lasciar vedere facevano intravvedere e mettevano quindi in moto la testa a la fantasia, che sono le sole cose che contano di più.

    LE FOTO DI MARILYN

    Oggi una donna che andasse in giro
    come la Marilyn Monroe — secondo
    le foto pubblicate — in un ghiro
    trasformerebbe l’uomo a questo mondo.

    Appare, infatti, castigata assai,
    mentre la donna d’oggi è più osè,
    chè il seno porta in fuori quanto mai,
    chè il culetto sbatte come a che,

    e il bel pancino scopre fino a lì:
    ciò sia che vada a messa, al mercato,
    al mare, in ufficio. Se così,
    apparsa fosse nel superlodato

    suo corpicino Marilyn Monroe,
    pur per motivi di pubblicità,
    altro che Presidenti — o che ne so,
    gran drammaturghi o gente che dà

    tutto allo sport — avrebbe attratto. Beh,
    diciamo come minimo metà
    di questo mondo, o quasi e cioè
    tutta quella maschile, et voilà!

    Purtroppo è andata via in giovane età,
    ma in cambio resta ‘idea della beltà’,

    che ebbe ciò che volle . . . “essere ‘cosa’
    che non vuol soldi, ma meravigliosa”,

    per cui resta in mente nostra rosa
    con zero spine e con petali a iosa!

    ( Sergio Sestolla)

    Piace a 1 persona

    1. Sergio caro, scusa per questo mio ritardo nel risponderti. Ma Ti assicuro, per quanto durante la quarantena spesso e volentieri non sapevo come far passare il tempo, ora questo birbone, mi sta’ mancando in maniera incredibile tanto sono impegnata!!! Però oggi, grazie ad un temporale pazzesco…eccomi qua a ritagliarmi del tempo per te.

      Grazie per le belle parole che hai riservato al mio babbo. E’ una pardita che non ho mai colmato, sono quindi molto sensibile su tutto quanto viene detto su di lui. Sarebbe stato lieto nel sapere che l’hai accostato al patriota italiano, Carlo Pisacane. Amava la storia, la cultura, haimè, anche la matematica… quindi, grazie ancora!!!!

      Le foto della bella Marilyna, sono veramente caste rispetto a quello che si vede oggi. E non capisco fra l’altro, il bisogno di mettere tutto così in mostra, come piace tanto alla maggior parte delle fanciulle ( e non solo ) di oggi. Non capisco cosa possa esserci di poetico nell’esporre il proprio corpo in maniera così costante e continuo. Premetto che non sono una bigotta. Però vuoi mettere come sia bello svelarsi a poco a poco alla persona amata?

      A distanza di tanti anni, ricordiamo ancora La bella e sfortunata Marilyn Monroe, come ” Idea della beltà”

      “che ebbe ciò che volle . . . “essere ‘cosa’
      che non vuol soldi, ma meravigliosa”,

      per cui resta in mente nostra rosa
      con zero spine e con petali a iosa!”

      Ciao Sergio, ricordiamola ancora quindi….

      "Mi piace"

  6. Passare da Marilyn alla Accabadora il passo è enorme, per cui resto, chi sa perchè, con la Monroe, sia pure in foto, rispetto alle quali hai fatto una certa considerazione.

    Forse, Vitty, “il bisogno di mettere tutto così in mostra, come piace tanto alla maggior parte delle fanciulle ( e non solo ) di oggi”, nasce dal fatto che, da che mondo è mondo, nell’eterno gioco dell’amore, popolarmente detto ‘manfrina’ — grazie al quale la nostra specie sopravvive — le donne cercano di attrarre, in un modo o in un altro, l’elemento di sesso opposto (che si crede dominatore della scena mentre in realtà il più delle volte è un dominato).

    Tanto per restare in tema — oggi più che mai, date le restrizioni imposte dall’incombente terribile coronavirus — le donne, dato i cambiamenti in atto, avendo dovuto perdere parte delle loro attrattive con mascherine e distanziamenti, si trovano a dovere affrontare una situazione del tutto nuova.

    COVID E FINE DELLA MANFRINA
    (Considerazioni al femminile)

    Ma per chi mai dovrei io farmi bella?
    Per chi a me piace che appena
    incrocio per la via non sbarella,
    ma cambia marciapiede? E’ una pena

    veder quell’improvviso “sali e scendi”,
    l’avvicinarsi e no del suo bel viso
    al punto che mi chiedo “Che pretendi?
    Che muoia dentro te il tuo sorriso

    per questo cavolo di mascherina!”
    Ho perso il gusto d’esser seducente,
    di ben truccar le labbra a bambolina:

    io stessa non mi piaccio! . . . Se la gente
    mi evita fa bene. La manfrina
    di prima è scomparsa in un niente.

    Ah, ch’era bella, e quanto io splendente!

    Or gira un piattume deprimente.

    E se la mascherina un po’ abbassassi.
    e l’orlo della mini . . . ehm . . . alzassi,

    per cui sorriderebbero anche i sassi?

    ( Cassandro) )

    "Mi piace"

    1. Effettivamente Cassandro, in questo periodo di mascherine e distanziamento obbligatorio, la vedo un po’ dura per le donne che desiderano conquistare l’attenzione dei maschi. Con l’obbligo di mascherina è difficile anche truccarsi.. si rischia di sporcarla. forse ci guadagnano gli occhi,con un trucco sapiente possono essere messi in bella evidenza… ma è sempre poco…

      ““Che pretendi?
      Che muoia dentro te il tuo sorriso

      per questo cavolo di mascherina!”
      Ho perso il gusto d’esser seducente,
      di ben truccar le labbra a bambolina:”

      Però sappiamo tutti che il mondo non si può fermare… quindi ecco escogitato un escamotage non da poco, che riporterà gli sguardi di Lui al posto giusto…

      “E se la mascherina un po’ abbassassi.
      e l’orlo della mini . . . ehm . . . alzassi,

      per cui sorriderebbero anche i sassi?”

      E’ veramente incredibile come piccole cose possono rimettere in moto il corteggiamento, l’amore…la vita!!!!

      Grazie Cassandro per averci regalato questa chicca di speranza per il futuro!!! 🙂 ❤

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...