Gianni e il pic nic al mare…

amici al mare abbracciateDomenica scorsa, con gli amici Gianni e Marta abbiamo deciso di andare al mare! Ne avevamo una voglia!!! Quest’anno essendo più impegnata lo vedo proprio poco il mio mare. Ma la domenica, una scappatina di solito ce la facciamo sempre. Gianni sapendo quanto sono occupata e quanto sua moglie non ami cucinare, ha avuto una brillante idea ( ahiai, ahiai…) ” Quando andiamo al mare, si resta a mangiare in spiaggia. Non vi preoccupate di niente che ci penso a tutto io…”

Io e mio marito abbiamo subito declinato l’invito...” no,no, ci mancherebbe. Mangiamo a casa! ” Ma non c’è stato niente da fare…

Puntuali la mattina Marta e Gianni sono venuti a prenderci tutti in perfetto stile marinaro… la borsa frigo, tutta colorata, era da una parte e noi dovevamo fare attenzione che restasse dritta.amici al mare pic nic

” Ma cosa hai preparato Gianni…” E lui sornione sorridendo tutto soddisfatto, si scherniva dicendo..“.Niente, niente…ora non ve lo dico altrimenti addio sorpresa”

Finalmente arriviamo in spiaggia… bella come sempre, anzi, quest’anno anche di più perchè c’era il rischio di non poterla frequentare. Invece gli ombrelloni sono sempre lì, un poco più distanti gli uni dagli altri.amici al mare ombrelloni Le persone sono quelle di sempre. E’ tutto un salutare festoso, come quando ci si incontra dopo un brutto evento…. felici di ritrovarsi sereni su quella spiaggia che ci vede ospiti da una vita.

Una volta messo il costume facciamo una bella corsa verso il mare ( anche perchè la sabbia brucia.. ) ci buttiamo in acqua felici e spensierati come bambini. Gianni sente sempre l’acqua fredda…per questo viene schizzato più di tutti..amici al mare bagno.con qualche bracciata ci allontaniamo e ci godiamo il mare alto…quasi senza persone. Chissà se riusciremo a vedere il “pratese ” quest’anno. Dovrò chiedere alla bagnina Oscarina, se vorrò sapere qualcosa. Lei sa sempre tutto….

Una volta usciti e un po’ asciugati….è l’ora di pranzo . Seduti sulle nostre poltrone, in cerchio con la borsa frigo nel mezzo. Mentre l’appetito comincia a farsi sentire… Gianni apre la borsa e…amici al mare borsa frigovoilà escono dei tramezzini con la mozzarella e una piccola foglia di lattuga… altri tramezzini contengono sempre mozzarella con la variante di rondelle di cetriolini sotto aceto…

Il tutto viene esaltato da un Gianni soddisfattissimo….” il pane è di un forno di Nibbiaia, la mozzarella è campana…la lattuga l’ho colta io con le mie mani, dall’orto di un mio amico, e i cetriolini sono fatti in casa da una certa Miranda, che pare abbia le mani d’oro..”

Ovviamente mangiamo e ridiamo con finto entusiasmo. E per bere? Per bere acqua e per giunta naturale che gassata fa male ( sempre secondo Gianni )

Il banchetto si chiude con una pesca dura arrabbiata e gelata…

Sentito che roba? Si è vantato Gianni….noi abbiamo evitato di guardarci per non far tradire la delusione…

E al suo invito ” domani si rifà”

Ho pensato in silenzio, come Rossella O’Hara, che in fondo domani è un altro giorno….   amici al mare domani è un altro

speranzosamente vostra, Vitty.

Autore: vittynablog

Mi piace scrivere e condividere le mie idee con quelle degli altri

24 pensieri riguardo “Gianni e il pic nic al mare…”

  1. Riecco le avventure di Gianni! Le aspettavo tanto! Ancora una volta non hanno tradito l’attesa! 😀
    Che dire? Credo che se uno va al mare pretenderebbe non dico di farsi una bella mangiata, ma sfiziosa sì, al limite con una buona pizza, seppur semplice e non troppo unta…
    Buon mare. 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Se Gianni si immaginasse che racconto le sue ” perle ” , non so se apprezzerebbe. Ma forse si perchè un certo senso dell’umorismo ce l’ha !!!

      Comunque è simpatico e ho tanto piacere che tu l’apprezzi!!! Però col mangiare…non ne azzecca una!!!! ( al mare per ora ci sono andata due volte…ma ho grandi speranze, in fondo l’estate è ancora lunga!!! 🙂 )

      Piace a 1 persona

  2. Mai riuscito a mangiare in spiaggia, nemmeno da ragazzo.
    Non riesco a mangiare sotto l’ombrellone, con il caldo, con il rischio di rovesciare i liquidi, con i vicini di ombrellone rumorosi, i bimbi che corrono ed alzano la sabbia.
    No, non fa per me.
    Sotto l’ombrellone al massimo un gelato o un ghiacciolo.

    “Domani si rifà”
    Anche no.

    Piace a 1 persona

    1. Anch’io preferisco pranzare a casa, non fosse altro per sfuggire alla calura!

      Ma dato il poco tempo da dedicare allo svago, approfittiamo di qualsiasi momento libero. La nostra spiaggia è tranquilla, non è molto accessoriata con giochi e altre diavolerie…diciamo che è demodè, tipo anni 60. Frequentata da persone adulte, che cercano mare, sole e calma… quindi un pasto leggero sotto l’ombrellone si può fare…ma mica con i gusti di Gianni…e al ” Domani si rifà ” è giustissimo il tuo , che poi è diventato anche il nostro ” anche no !” 😉

      Piace a 1 persona

  3. Possiamo attuare un gemellaggio all’inverso, Vitty, in questo periodo di Coronavirus.

    Tu hai una bella spiaggia, ordinata e confortevole, mentre a causa del fantasista Gianni, lascia a desiderare il mangiare, io invece che dispongo di un soggiorno (Porto Badino) con immediato acceso a spiaggia libera, ma disorganizzata (ognuno deve provvedere da solo a ombrellone, sdraio, ecc), ho la sera a due passi un ottimo ristorante consolatore.

    Non so chi sta meglio . . . O peggio!

    BADINCOVID 2020

    Meglio stare in giardino sull’amaca
    che in spiaggia andar . . . mi sono accorto
    che lì ognuno va come lumaca
    per l’ “Omnia mea mecum porto”,

    chè trascinarsi deve l’ombrellone,
    la sdraio e la stuoia . . . la paletta
    per fare il buco a terra . . . da leone
    che era asino è or da carretta.

    Nel giardino almeno hai la frescura
    dei pini o delle palme . . . al mare no:
    o armeggi e la vita si fa dura

    o ti arrostisci e diventi, oh,
    in breve tempo come un peperone
    a chiazze o ben rosso tutto tutto,

    con le spalle che bruciano. Ha ragione
    chi dice: “Questo anno è farabutto
    . . . ha la grazia ‘sto COVID di un rutto!

    Il fiume della vita ha reso asciutto:
    ognun per sè, e a mare il resto. Tutto!”

    Scomparse tutte son le cose belle
    tranne la cena a “Le due sorelle”,

    con pasta alle vongole e moscato,
    spigole, cozze e broccolo saltato,

    o pàccheri con i gamberi rossi
    e poi scorfani in brodo belli grossi,

    e se si vuole in fine anche un gelato.

    E che Patrizio (1) sia sempre lodato,
    per aver fatto ognun così . . . ‘beato’.

    Ci è rimasto solo il ‘peccato
    di gola’ . . . ogni altro è rinviato!

    (Cassandro)

    (1) Chef del Ristorante “Le due sorelle”

    Piace a 1 persona

    1. E’ proprio vero caro Cassandro il detto di ” chi ha denti non ha pane e chi ha pane non ha denti ” oppure si può anche dire ” non si può avere tutto in questo mondo! ” perciò penso che dovremmo accontentarci di quello che abbiamo… ( tu molto di più, vuoi mettere??? ) io mi accontenterò di fare il bagno e rilassarmi sotto l’ombrellone. Tu magari potrai sfruttare il fresco della mattina per goderti una bella nuotata e la sera metterti seduto di fronte al tramonto e scegliere fra le prelibatezze delle ” due sorelle ”

      ” Scomparse tutte son le cose belle
      tranne la cena a “Le due sorelle”,

      con pasta alle vongole e moscato,
      spigole, cozze e broccolo saltato,

      o pàccheri con i gamberi rossi
      e poi scorfani in brodo belli grossi,

      e se si vuole in fine anche un gelato. ”

      Mi sa che lo farò leggere a Gianni questo bel menù, così potrà capire com’è un vero pasto sul mare…altro che viscidi e gelati tramezzini!!!

      Un fresco saluto carissimo, ovviamente anche all’amico Sergio!!!! ❤

      "Mi piace"

  4. che bello il mare raccontato dagli altri !!!!
    Sinceramente non mi ha mai tirato e se non fosse come una medicina manco da lontano.
    Meglio il frigo colorato che non va di moda sui monti dove è meglio lo zaino
    Bello però il dividere sia cibo che la compagnia e il sole…
    Le mie abetaie sono troppo fresche per cibi poco calorici e acqua…
    Spero tu torni al mare con una bella schiacciata e mortadella

    Piace a 1 persona

    1. Ahahahahaha, Andrea, Il mare proprio non ti convince!!! Effettivamente dal silenzio, il fresco e la calma della montagna, ritrovarsi nel sole sfacciato che ci brucia da tutte le parti, il caldo, il vociare delle persone… non è facile adeguarsi ed hai tutta la mia comprensione.

      L’amicizia gi Marta e Gianni risale quasi ai tempi della scuola, quindi siamo come fratelli, sorelle. Da lui accettiamo tutto ( quasi ) perchè fatutto col cuore, anche se difficilmente c’azzecca.

      Mi sa che seguirò il tuo consiglio, la prossima volta schiacciata e mortadella per tutti. 🙂

      "Mi piace"

  5. Il mio mare preferito è quello ligure. La spiaggia è troppo stretta per i miei gusti (anche prima del covid ci potevi piazzare al massimo 2 file di ombrelloni), ma il colore è di un azzurro che non si può spiegare. Il tuo mare preferito qual è?

    Piace a 1 persona

  6. Qua sulla costa livornese, posso dire che siamo fortunati perchè abbiamo solo l’imbarazzo della scelta a proposito di mare. Abbiamo la parte scogliosa che è una meraviglia…Ti parlo del Romito, del Sassoscritto… dove tutto è splendido, dal panorama al mare di un azzurro intenso e cosa più importante pulito. Poi c’è la parte sabbiosa…che riguarda il litolare tirrenico. Dove, si possono trovare lunghe spiagge attrezzatissime per tutti i gusti. Il mare è bello…però di più la mattina . Il nostro stabilimento balneare si trova appunto a Tirrenia. Ma non disdegno, quando ho poco tempo, di fare una scappata al mare di Ardenza e farmi un tuffo là dove posso trovare sabbia e scogli insieme.

    Può sembrare strano, ma anche Livorno è bagnata dal mar Ligure…quindi mi sa che facciamo il bagno nello stesso mare!!! Ciao e grazie per esserti fermato!!! 😉

    "Mi piace"

  7. Tanto per precisare, cara Vitty.

    Quello che ho scritto si riferisce alla situazione attuale determinata da questo stramaledetto coronavirus (disorganizzazione e connessi lavori a me non consoni, tranne la cena al noto ristorante)

    Basta però che faccia un salto indietro di un anno, ed ecco che mi ritrovo in un’età dell’oro ( come tale è per chiunque pensi a come viveva l’anno scorso)

    Infatti, ho avuto la fortuna di trascorrere le mie vacanze estive in una zona che pomposamente chiamavo . . . . . . .

    LA ZONA BELLA

    Decisamente questa zona è “bella”!
    Nel grande golfo qui di Terracina
    hai tutto l’oro della sua renella,
    il blu del mare, il cielo che sconfina

    in uno sterminato orizzonte:
    l’immensamente vasto suo scenario
    va dal Circeo, isola e monte,
    al gran Pisco Montano solitario.

    Mi beo dinanzi a questa meraviglia
    della Natura, che per tutto l’arco
    in cui si distende . . . cinque miglia? . . .
    d’estate è affollata e aprirsi un varco

    fra le bagnanti osè è impresa ardita,
    che in più le vedi in forte concorrenza
    con la bellezza sopra riferita:
    e chi prevale non lo so in coscienza.

    Qui gode l’occhio in tutte le maniere
    dal ciel stellato a queste . . . baiadere,

    splendenti sia in piedi che a giacere.

    Pure mangiare qui è gran piacere
    ed altrettanto ovviamente il bere,

    nei giorni freschi e nelle fresche sere,

    con il “risotto alla pescatora”
    o la “linguina all’astice”, che indora

    lo sguardo (e tutto quanto ti innamora

    mentre che ben si eccita il palato
    con un buon “Trebbiano” un po’ abboccato,

    o con l’inimitabile “Moscato”).

    Per bene assaporare ciò si suole
    prima cenare a “Le due sorelle”,

    mangiar con gusto quanto se ne vuole
    di spigole, alici e sardelle

    . . . e poi tornare “a riveder le stelle”.

    (Cassandro)

    Piace a 1 persona

  8. Cassandro, Cassandro, proprio l’idea di mettere l’ombrellone non ti va giù. Però concorderai che che la zona, il mare è sempre tutto bello!!!

    ” Decisamente questa zona è “bella”!
    Nel grande golfo qui di Terracina
    hai tutto l’oro della sua renella,
    il blu del mare, il cielo che sconfina

    in uno sterminato orizzonte:
    l’immensamente vasto suo scenario
    va dal Circeo, isola e monte,
    al gran Pisco Montano solitario. ”

    I luoghi da te menzionati, non possono essere cambiati solo perchè manca il servizio sulla spiaggia.

    Le bagnanti poi saranno sempre ugualmente belle…

    “splendenti sia in piedi che a giacere.”

    Quindi l’occhio, che vuole sempre avere la sua parte, sarà più che contento….

    Se ci aggiungi il piacere gustativo delle ” due sorelle ” dove puoi mangiare

    ” il “risotto alla pescatora”
    o la “linguina all’astice”,” ( proprio buon gustaio eh??? )

    annaffiato da un buon ” Trebbiano ” o ” l’inimitabile Moscato ” posso ben capire che dopo aver ben mangiato e ben bevuto, tu torni ” a riveder le stelle” addirittura citando il sommo Poeta Dante….

    Ah, cosa possono fare il sole, le spiagge, le belle figliole ( le stelle? ) il buon mangiare e il buon bere…. possono trasformare l’Inferno, in Paradiso….

    Ciao!!!

    "Mi piace"

  9. Facile a dirsi, Vitty!

    Trasformare “l’inferno in Paradiso” può avvenire se Lei non fosse un tipetto impulsivo, che a volte travisa pure le espressioni amorevoli, trasformando . . . il Paradiso in inferno, come avviene nella nota Commedia, di cui sempre si parla.

    Ah, quanta pazienza che ci vuole con le donne. O no?

    Chi ha in simpatia (dato che ormai dovrebbe essere conosciuto per le numerose volte in cui è stato presentato) questo personaggio tanto fumino, convinto di stare sempre nel giusto, cosa potrebbe aggiungere in sua difesa?

    UN MESE VUOTO

    ( Lui)
    Non sono riuscito io quest’anno,
    in questo luglio, al mare, a parlare
    con te un po’ più a lungo . . . Non si hanno
    per me vacanze se solo guardare

    … ed altro qui non voglio precisare…

    ti posso e niente più, perché occupata
    a cinguettare con questa e con quella,
    del più e del meno, e quindi la giornata
    nell’ovvietà tu passi. Ah, che jella,

    aver sempre qualcuno in mezzo ai piedi
    che ascoltare può i bei discorsi
    che abbiamo ogni anno fatto! Se mi chiedi
    se sono stato bene gran rimorsi

    avrai. Lo vuoi sapere? . . . Te lo dico:
    “Questo luglio — attorno non ci ruoto! —
    rimpiangere mi fa il tempo antico,
    perché è stato . . . ecco . . . “un mese vuoto . . .

    . . . come guscio di noce, guscio d’uovo!”

    Altre parole, amica mia, non trovo.

    Salvo che col “Pi Esse” . . . ed or ci provo.

    (P . S.) Per compensare mia delusione
    andavo ogni sera a cenare,
    lì, a “Le due sorelle” ( 1 ) : occasione
    per un buon pesce fresco assaporare

    e bere un po’ di vino niente male.
    In trenta giorni avrò quindi mangiato
    di alici, cozze e spigole un quintale!
    Almeno tutto buca non è andato!

    Se tanto io di te ho digiunato
    . . . eh sì, di pesce mi sono rimpinzato
    con gusto, anzi direi . . . deliziato.

    Ed il destino avverso ho fregato.

    (Lei)
    Quindi, secondo te, io varrei
    quanto tre alici o una soglioletta?
    . . . due totani e una cozza? . . . Io
    sarei
    equivalente quindi a una cenetta

    a “Le due sorelle”? . . . Ma va là!
    Non arrischiarti più ad avvicinarti
    o di cercare di parlarmi. Mah . . .
    che mi tocca sentire. Ed io che arti

    sfodero di conquista. Non mi resta,
    se ci riproverai, di farti fare
    la fine delle alici: lesta lesta,

    come quando li devi cucinare,
    con colpo secco ti stacco la testa!

    Ti basta o devo ancor continuare?

    A “Le due sorelle”, dritto dritto,
    or vacci, e vedi se ti fanno fritto!

    Oppure, or che sei senza ragazza,
    se ti fanno invece “all’acqua pazza”!

    (Cassandro)

    ( 1 ) Noto ristorante della zona, specializzato in pesce

    Piace a 1 persona

    1. Capisco, capisco Cassandro il tuo nervosismo su questo Luglio ” vuoto ” che ormai volge al termine… per colpa di quella signora chiacchierona che trascorre tutto il giorno
      “a cinguettare con questa e con quella,
      del più e del meno ”

      Costringendoti,” per compensare alla tua delusione “ahimè, a rimpinzarti di ogni ben di Dio al ristorante sul mare ” Le due sorelle ”

      ” : occasione
      per un buon pesce fresco assaporare

      e bere un po’ di vino niente male.
      In trenta giorni avrò quindi mangiato
      di alici, cozze e spigole un quintale!
      Almeno tutto buca non è andato!

      Se tanto io di te ho digiunato
      . . . eh sì, di pesce mi sono rimpinzato
      con gusto, anzi direi . . . deliziato. ”

      Alla fin fine non è andata poi così male…ti sei consolato alla grande!!!

      Ma questo ha indispettito quella lei, che non ha esitato a passare alle rimostranze

      ” Quindi, secondo te, io varrei
      quanto tre alici o una soglioletta?
      . . . due totani e una cozza? . . . Io
      sarei
      equivalente quindi a una cenetta

      a “Le due sorelle”? . . . Ma va là!
      Non arrischiarti più ad avvicinarti
      o di cercare di parlarmi.”

      E terminando infine con minacce per niente velate…

      “A “Le due sorelle”, dritto dritto,
      or vacci, e vedi se ti fanno fritto!

      Oppure, or che sei senza ragazza,
      se ti fanno invece “all’acqua pazza”!

      Ma poverino!!! Non posso quindi che darti ragione, andando persino contro la categoria, quando dici ” Ah, quanta pazienza che ci vuole con le donne ”

      Però amico mio, tu sai che qua c’è e ci sarà sempre un’amica pronta ad ascoltarti e a consolarti…tsè, tsè, tsè!!! Che ne dici di un abbraccio consolatorio? 🙂

      "Mi piace"

  10. Si, si, l’intenzione e l’impegno non sono da mettere in discussione. Gianni è abituato ad accontentarsi, perchè la moglie Marta, non ama cucinare… ne terremo conto per la prossima volta, se ci sarà !!!

    "Mi piace"

  11. Il commento a completamento di quanto scritto viene riportato su, Vitty. Spero che non ti dispiaccia per cui eviterai di proporre di farmi alla griglia. . . . o alla livornese (e cioè, come di consueto, con aglio, prezzemolo ed un po’ d’olio, pepe e sale q b.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...