Tragedia senza tempo

Sono rimasta sconvolta ieri quando ho appreso della morte della piccola Elena. Morte avvenuta , secondo la confessione, dalle mani materne. Mani che avrebbero dovuto proteggerla, coccolarla, non hanno esitato ad abbattersi su di lei uccidendola.

Quali i motivi per tanta efferratezza?

Pare sia la simpatia e l’affezione verso la nuova compagna dell’ex marito.

Come spesso accade, una questione fra adulti, la paga una bambina.

Non ho potuto non pensare a Medea, figura mitologica greca , protagonista nella tragedia di Euripide,rappresentata per la prima volta nel 431 a.C. donna e madre, diventata feroce perchè tradita e abbandonata da suo marito, Giasone. La vendetta a lungo meditata esploderà feroce come non mai con l’uccisione dei figli.

Questo mi dice che la cultura greca e il teatro greco in particolare,ci raccontano ancora i sentimenti più reconditi e bui dell’animo umano.

Ciao dolce piccola Elena, avevi solo cinque anni, e li avrai per sempre.

Che la terra ti sia lieve,

amorevolmente, Vitty.

( immagine trovata sul web )

Autore: vittynablog

Mi piace scrivere e condividere le mie idee con quelle degli altri

15 pensieri riguardo “Tragedia senza tempo”

  1. Sono davvero addolorata!
    Non ho parole, cara e dolce Vitty ed io non ho conosciuto la gioia della maternità, non mi spiego davvero come si possa arrivare a tanto!
    Ti abbraccio forte carissima, come va la tua mano?
    Ti penso sempre con tanto, tantissimo affetto, Vitty!
    Bellissimo il riferimento alla tragedia greca!
    Buona serata quasi 🥰🥰🥰❤❤❤😍😍😍

    Piace a 1 persona

    1. La mia mano….è un gran problema! Oggi ho messo il tutore , però non sento un miglioramento. A tutto bisogna abituarsi, mi abituerò anche a questo!!!! Ma quando mi sarà passato, faremo una grande festa virtuale, ci stai ??? 🙂 🙂

      In quanto alla piccina non ho idea come si possa far male ad un esserino così indifeso, che ha piena fiducia in te, che dipende da chi lo/a sta’ crescendo!! Non giudico le mamme che lo fanno, però non le capisco e rimango inorridita!!! Pensa a quanto amiamo un cucciolo di qualsiasi specie, mai ci verrebbe in mente di fargli del male…. un figlio poi… è oltre la mia comprensione!!!!

      Peccato tu non abbia dei figli, saresti una mamma dolcissima!!! ❤ ❤ ❤

      "Mi piace"

      1. Mi dispiace tantissimo per la tua mano, capisco che sia un bel problema!
        Certo, faremo una festa 🥳 bellissima! Ti auguro di riuscire ad incontrare un dottore, degno di questo nome, che ti aiuti ad arrivare a Settembre!

        Non giudico, cerco di non farlo, ma sono inorridita, io sono stata male anche per la gattina della vicina quando ho saputo della sua morte, veniva sempre da me, eravamo legatissime!

        Non so che mamma sarei stata, ti ringrazio infinitamente per quello che mi hai detto, significa moltissimo per me. Purtroppo non c’è giorno che non mi domandi il perché. So che ho fatto tutto il possibile, ho rischiato seriamente di morire, c’è mancato un soffio!
        Lassù qualcuno mi ama, avrò da fare ancora molto qui. Comunque non sono rancorosa e non ho intenzione di diventarlo, amo la vita e cerco di onorarla ogni giorno!
        Ti abbraccio forte, carissima Vitty! 😊😊😊❤❤❤🥰🥰🥰😃😃😃🥰🥰🥰❤❤❤🫂🫂🫂🫂

        Piace a 1 persona

      2. Dalle tue parole percepisco il tuo dolore per la mancata maternità. Ti capisco e credo non ci siano parole capaci di lenire questo dolore! E’ ammirevole la tua solarità. Tu non ci crederai, ma aiuti molte persone col cercare di essere sempre positiva. Dai un motivo valido per affrontare la vita con occhi diversi, positivi. Sei una bella persona, aiuti molto anche me!!! 🙂 🙂

        "Mi piace"

    1. E’ decisamente contro natura Luisa, uccidere una creaturina che ha pienamente fiducia in noi, che l’abbiamo vista nascere, crescere, che l’abbiamo messa al mondo! Mi è davvero incomprensibile tutto ciò. Povero Angelo, speriamo non si sia resa conto di niente!!!

      Piace a 1 persona

  2. Nulla si può dire (mancano le parole adeguate) davanti alla pazzia di una madre che uccide il suo “portio viscerum”, come chiamavano i latini il figlio rispetto alla madre.

    Purtroppo esiste la “Sindrome di Medea”, definita come “la gelosia patologica, che sfocia nell’intensificazione della passione, in quanto il geloso subisce e poi agisce, arrivando anche all’uccisione del figlio, strumento di potere e di rivalsa sul coniuge”.

    Fortunatamente, o meglio naturalmente, io solo per contrapposizione posso parlare della madre che spera sempre sempre sempre di vedere e rivedere il figlio.

    SGUARDO D’ORGOGLIO
    (a mia madre)

    Che gran sguardo d’orgoglio che avevi
    quando tu mi vedevi arrivare
    seduta al balcone ed osservavi
    quel “metro e settantuno” camminare

    verso di te, dondolante, lieto,
    che dopo un paio di mesi ritornava,
    sparuto uccello bruno a volo quieto,
    verso il suo nido, e lì ritrovava

    chi da un paio di mesi l’attendeva
    e trepidante verso l’orizzonte
    ogni ora il suo sguardo rivolgeva

    nella speranza che a lei di fronte
    prima arrivasse, pure se sapeva
    che il desiderio suo andava a monte.

    (Più spesso avrei dovuto mea sponte
    venire a rinfrescarmi alla tua fonte!)

    Madre, non ci sei più, ma t’ho rivista
    così in sogno stanotte. Hasta la vista!

    (Cassandro)

    Piace a 1 persona

    1. Quanto sono belle Cassandro, le parole che hai dedicato alla tua mamma!! Dai tuoi versi si percepisce il forte legame che era fra voi. Anche se gli impegni di lavoro ti hanno portato lontano fisicamente da Lei, il vostro amore è stato più forte della lontananza.

      ” Che gran sguardo d’orgoglio che avevi
      quando tu mi vedevi arrivare
      seduta al balcone ed osservavi
      quel “metro e settantuno” camminare

      verso di te, dondolante, lieto,
      che dopo un paio di mesi ritornava,
      sparuto uccello bruno a volo quieto,
      verso il suo nido….”

      Lei non smetteva di aspettarti, così come te non smettevi di desiderare di tornare e rivederla.

      Neppure la morte è riuscita a tenervi lontani…

      ” Madre, non ci sei più, ma t’ho rivista
      così in sogno stanotte. Hasta la vista! ”

      Ti fa davvero onore questo sentimento. E’ così che dovrebbe sempre essere : amore e rispetto per chi c’ha donato la vita : amore e rispetto a chi abbiamo donato la vita.

      Un abbraccio carissimo !! 🙂

      "Mi piace"

  3. Ciao vitty mi chiedo sempre chi è la bestia? chi è l’animale? siamo la razza animale più violenta e bestiale che esiste sulla terra, abbiamo tutto e oserei dire troppo facilmente, che non apprezziamo più la vita… ho smesso di leggere articoli che parlano di violenza non la sopporto più… se pensiamo che gli animali, quello a 4 zampe uccidono solo per necessita noi lo facciamo per nostro piacere o per fare un dispetto… vedi i Russi una guerra per vedere chi a ragione o chi è il più forte e intanto hanno avviato una migrazione che ricorda le nostre due guerre mondiali… basta violenza basta guerra… è pazzesco tutto questo … un abbraccio amica, Sal

    Piace a 1 persona

    1. Scusa Sal per questo mio ritardo nel risponderti. Purtroppo ho dei problemi alla mano destra che devo tenere più al riposo possibile. La violenza incredibile che oggi ci circonda, non si ferma dinanzi a niente, neppure all’innocenza di una bambina, vittima della ferocia della mamma. Veramente terribile!!!
      Vorrei essere sulle tue motagne al fresco, qua si soffoca e il mare è pieno di meduse… quindi, niente bagni!!!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: