Arieccomi!!!

Stamani mi sono alzata con una marcia in più! Finalmente negativizzata ( anche mia figlia ) , mi è sembrato che la casa mi sorridesse, mi dicesse ” Ben tornata Vittyna!!! ” eh, si, perchè ho guardato tutto con occhi nuovi . Ugo mi è venuto incontro… si è messo al mio fianco e mi ha porto la testa per essere accarezzato. Caro dolce Ugo, anche tu hai risentito della cupa atmosfera che il Covid ha portato con se’. Mi hai girato intorno finchè hai visto che tenevo in mano il guinzaglio 🙂
Tu non sei un cane dai mille salti o guaiti, per te parla la coda , dice sia collegata direttamente al cuore… e un Ih, Ih… che vuol dire mille cose. Ma io le capisco tutte, come te capisci ogni mio stato d’animo.

Via, non perdiamo altro tempo… l’ascensore e finalmente fuori!!! L’aria alle 7,30 è decisamente sopportabile.

Ugo ha camminato sulle punte, tanto era contento. Ha annusato per tutto il percorso che ci porta al bosco. Lì, una volta appurato che eravamo da soli, ho potuto lasciarlo libero. Che gioia vederlo camminare nel verde, potergli parlare e condividere il piacere di essere fuori insieme.

Ogni tanto si girava per controllare se lo seguivo, veniva verso di me accostandosi alle mie gambe e dopo averlo arruffato sul pelo, tornava ad ispezionare il tratto di bosco percorso. Io mi sono beata di stare in mezzo al verde, non più pareti intorno…ah la sensazione di libertà! Meravigliosa!!

Dopo un’oretta di passeggiata, siamo rientrati, anche perchè il caldo cominciava a farsi sentire, e il mio Ugo è di famiglia, sopporta poco il caldo!

Una volta rientrata a casa, fatta una doccia veloce, ho ritrovato l’ebbrezza di vestirmi come si deve ( non da casa o da cane… )e udite udite, mi sono truccata persino un poco gli occhi ( tanto il resto è coperto dalla mascherina ) e…via dalla parrucchiera!!!

Adoro andare dalla parrucchiera, che poi sono due ed io le chiamo ” le bimbe ” perchè ci conosciamo da quando hanno aperto .

Un bel taglio per sentirmi più fresca e voilà, mi sento nuova e pronta a ricominciare!!!

Grazie a tutti per essermi stati vicini e avermi dato la giusta l’energia per superare anche questa… ovvia ora vediamo cosa avrà in serbo per me questo lungo agosto.

Con tutta la gratitudine del mondo, la vostra Vitty

( questa canzone non c’entra niente col post, però a me piace tanto e mi trasmette allegria! Spero sia così anche per voi!!! E’ ironica, non va presa sul serio !! )

Autore: vittynablog

Mi piace scrivere e condividere le mie idee con quelle degli altri

22 pensieri riguardo “Arieccomi!!!”

  1. Ciaociao. L’amore che tu, Vitty, dimostri per il tuo cane mi conforta in una mia vecchia idea, consistente nel fatto che accorrenza vorrei

    RINASCERE CANE

    Cane voglio rinascere . . . Esatto! . . .
    Se ci sarà un’altra vita un dì
    ed io potrò scegliere . . . un gatto,
    un cane, uomo o donna, un colibrì . . .

    vorrò essere un cane, in quanto che
    ho visto come questo vien trattato,
    dalle loro padrone . . . più di un re
    o di Principe Azzurro: accarezzato

    viene sopra e sotto, all’occorrenza
    a lui si danno chicchi, e bocca a bocco
    baci struscianti quasi con veemenza.
    Secondo me il cane in parte “tocca”

    la sua padroncina. Sì, perciò
    siccome ho detto sopra se rinasco
    non me lo farò più come un oblò,
    nel vecchio ambaradam non ricasco.

    Niente lavoro, niente sofferenza,
    della politica non mi curerò,
    avrò donne a dozzine. . . Ecco, senza
    alcuno sforzo la vita godrò.

    Ho solo un dubbio, pur se piccolino:
    nascere cagnolone o cagnolino.

    Il tutto mi è stato ispirato
    da chi sulla spiaggia di Badino
    vicina di ombrellone ho trovato,
    che al cane suo faceva l’occhiolino.

    E che ho quindi un poco invidiato.

    (Cassandro)

    Piace a 1 persona

    1. Cassandro, questo tuo intervento mi porta alla pura allegria! Ma come puoi pensare di voler rinascere ” cagnolone o cagnolino ” per poter essere coccolato dall’eventuale padroncina!

      Penso tu sia stato e sia molto amato, tanto da non dover assolutamente ” invidiare ” un amico peloso.

      Noi abbiamo molte persone che ci amano e che amiamo. Il cane , ha solo il padrone. Dipende da lui, vive per lui. In più il suo cammino è molto breve rispetto alla vita umana.

      Il mio Ugo è nato in un canile. Per fortuna non ha vissuto il dolore dell’abbandono. Ma per quasi un anno, ha vissuto dentro una gabbia… non avrei mai immaginato di condividere la mia vita con un cane così ” grande ” Ma… quando ho incrociato il suo sguardo ho capito che stava aspettando me.

      Avendolo fatto entrare nella mia vita, mi sento responsabile del suo benessere. Lui non mi chiede niente, vuole solo sentirmi vicino. Se mi sento mmale, si mette accucciato accanto a me e non si muove più.

      E’ bello e commovente questo suo amore, ti pare?

      Ma non penso che la tua aspirazione sia quella di guardare e basta con occhi adoranti la persona amata…

      Diciamo che condivido questo sogno :

      ” Niente lavoro, niente sofferenza,
      della politica non mi curerò,
      avrò donne a dozzine. . . Ecco, senza
      alcuno sforzo la vita godrò. ”

      Ciao carissimo, un’amica blogger che ormai non scrive più da tempo, una volta ebbe a dirmi, forse non per farmi piacere, che sembrava scodinzolassi quando parlavo con te o Sergio. Ebbene, non potè farmi complimento migliore, perchè la coda dei cani, sembra sia collegata direttamente al cuore. E non c’è niente di più sincero di una bella scondinzolata!!! Ti abbraccio con affetto, cosa che non potrei fare se tu fossi un cane!!!! 🙂 😉

      "Mi piace"

  2. Cara Vitty, ottima notizia! Io ne sono uscito – insieme a mia moglie – un paio di settimane fa e pure senza troppi problemi. Ok, mi sono perso ben 4 concerti, ma pazienza.
    Piuttosto, lo scrivo solo per informare, un mio caro amico ex compagno di classe dalle elementari al liceo nello stesso periodo è stato malissimo. Si è ripreso, ora. Però con questo virus siamo proprio al lancio della moneta eh? Speriamo che diventi definitivamente Storia al più presto e abbandoni l’attualità.
    Un caro saluto, Paolo

    Piace a 1 persona

    1. È un piacere leggere l’accorto e lungiveggente Amfortas.
      Ne approfitto qui per dargli atto che quanto da lui previsto agli inizi del Covid si è purtroppo puntualmente verificato (0vviamente cara Vitty mi perdoni se approfitto del tuo spazio)
      e che io indegnamente tradussi in semplici versi

      AMFORTASIANITA’
                      (Dal blog di Amfortas
                         “di tanti pulpiti”)
       
      Come combattere quel maledetto
      COVID-19 non si sa:
       
      solo restrizioni, ehm, di getto
      abbiamo avuto noi di libertà,
       
      mentre l’economia tutta intera
      è precipitata in crisi nera
       
      innalzando il tasso di razzismo
      e la tendenza all’autoritarismo,
       
      ridando vita alla delazione,
      e a debiti ultraprevisione
       
      specie nel settor che si pensava
      in crescita, il turismo, e si sbagliava.
       
      Sarà fra sei mesi una gran pena
      mettere insieme il pranzo con la cena.
       
      Si svende già a ribasso furioso
      lavoro ch’era un tempo prezioso,
       
      e quello svolto a casa (se adeguati)
      arma sarà in mano ai potentati.
       
      E cresce malavita organizzata,
      e come in un’orgia, un’ammucchiata,
       
      avendo essa capitali vivi,
      farà noi soggetti, ovvio, passivi:
       
      saran più ricchi i ricchi, mentre invece
      i poveri staranno in nera pece,
       
      per cui la scelta dell’illegalità
      sarà la sola opportunità.
       
      Disordini in piazza ci saranno,
      e al fine di evitare altro malanno
       
      ‘ordine’ si vorrà da uomo forte,
      finendo così schiavi fino a morte!
       
       
      Si sarà così ben chiuso il cerchio,
      e sulla libertà messo il coperchio.
       
       
      Sempre così succede – il saggio giura —
      quando ammazzata è stata la cultura,

      specie quella classica che insegna
      alti valori, e ad applicarli impegna,

      scordando che è cultura a tutte l’ore
      sol rimedio serio al dolore.

      (Cassandro)

      Piace a 1 persona

      1. Effettivamente Cassandro, è impressionante quanto Amfortas vide bene per quello che ci aspettava durante le restrizioni del Covid.

        Tu poi le hai spiegate a menadito a tal punto da tremare solo a pensare al futuro, o a all’esito di queste elezioni. Mi sembra di essere tornata , storicamente parlando, ad un periodo molto antico , quando :

        ” ‘ordine’ si vorrà da uomo forte,
        finendo così schiavi fino a morte! ”

        Tremo a questa prospettiva e non so come, ma talvolta penso proprio che i nostri cellulari ascoltino e interpretino i nostri pensieri, sentimenti. Perchè oggi mentre scorrevo le notizie mi è apparsa questa massima :

        ” Chiedere a chi ha il potere di riformare il potere: che ingenuità. (Giordano Bruno)”

        Non lo trovi un avvertimento incredibile? Forse dovremo sbrigarci a dire quello che pensiamo perchè domani non si sa? Moriremo anche noi con la mordacchia?

        Buonanotte Cassandro, la mia mano grida vendetta 😦 devo metterla a riposo!) Ciao , non devi scusarti per ” occupare ” il mio spazio. Sono io che devo ringraziarti per il tempo e le parole che dedichi a questo spazio virtuale che è di tutti, quindi anche tuo!!! 🙂 🙂 🙂

        "Mi piace"

    2. Caro Paolo , è bello leggerti e sapere che tu e tua moglie avete superato il Covid. Davvero una brutta bestia. Anche se talvolta arriva in forma più leggera, è sempre motivo di apprensione quando ci contagia. Già sono momenti difficili, e dopo le tre vaccinazioni, ne avremmo fatto volentieri a meno di questa positività. Hai ragione tu, siamo arrivati al lancio della monetina.

      Non so più cosa sperare nel futuro, perchè vedo tanto nero… ma nero nero!!!

      Ti auguro di stare sempre bene ( hai già dato! ) e non perdere più nessun concerto . Questo sarà un bene per te e per chi ti segue, me compresa, anche se non sono esperta di musica, ma adoro quello che scrivi!!!

      Grazie per esserti fermato, un caro saluto e te e tua moglie, Vitty.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: