al mare…


Stamani sono andata al mare! Sono uscita presto e con la macchina,ho percorso il tratto di strada che mi separa da lui.Ero un po’ triste,pensavo a quanto era bello quando ci portavo i ragazzi!Le nostre mattine erano piene di tutto,nuoto,castelli,piste per le palline dei calciatori! Con la scusa di farli giocare,mi rotolavo e inzaccheravo come loro.Ai nostri giochi si univa sempre qualcuno ,diventavamo una bella squadra. Sarà perchè nell’esperienza della colonia,dovevo proprio stare a contatto con i ragazzi,seguirli nei giochi,partecipare attivamente alle loro attività.
Non era una fatica,mi piaceva proprio.Forse sono una mamma adatta solo ai bambini piccoli.Il guaio è questo,loro sono cresciuti,io forse no.
Perciò è un po’ triste andare al mare da sola.
Per le giovani mamme,sono troppo grande,per le pensionate ,sono troppo giovane.Che strazio non essere nè carne nè pesce!!! Comunque non mi arrendo,prendo la mia solitudine per mano,e la porto a spasso.
Fra un tuffo e l’altro mi sono letta anzi,riletta,le poesie di Cesare Pavese, eccone una sull’estate.

Estate

C’è un giardino chiaro,fra mura basse,
di erba secca e di luce,che cuoce adagio
la sua terra.E’ una luce che sa di mare.
Tu respiri quell’erba.Tocchi i capelli
e ne scuoti il ricordo.

Ho veduto cadere
molti frutti,dolci,su un’erba che so,
con un tonfo.Così trasalisci tu pure
al sussulto del sangue.Tu muovi il capo
come intorno accadesse un prodigio d’aria
e il prodigio sei tu.C’è un sapore uguale
nei tuoi occhi e nel caldo ricordo.

Ascolti.
Le parole che ascolti ti toccano appena.
Hai nel viso calmo un pensiero chiaro
che ti finge alle spalle la luce del mare.
Hai nel viso un silenzio che preme il cuore
con un tonfo,e ne stilla un pena antica
come il succo dei frutti caduti allora.

Riferimenti: una poesia per compagnia

Annunci

sono sola


Eccomi,finalmente sono davanti alla tastiera e il monitor!
La casa è momentaneamente vuota e silenziosa! Ci riposiamo io e lei.Viviamo in simbiosi. Fra qualche ora le stanze risuoneranno di voci,luci.televisioni,il cane abbaierà festoso, e tutto riprenderà vita,azione. Ora no,ci coccoliamo nella pace e penombra.Ci sorridiamo come complici. Quello che faccio,che dico,rimane fra noi. Ed è rassicurante.
Ho piazzato il mio portatile in camera di Andrea(il figlio maggiore), perchè è qui che posso usare la presa per internet,e per oggi posso usarla tranquillamente perchè lui è a Firenzeper il concerto di Springsteen!!
Qualche giorno fa,era a Parigi,poi andra anche a Milano.E’ un ammiratore doc., è partito insieme ad altri amici ,con magliette,cappellini e tanta voglia di cantare col Boss!!Rientrerà a notte fonda.
Mio marito è all’inaugurazione di una mostra collettiva a MonteCatini.
Chiara è al mare,ed io sono qui,fra le mie cose,i miei libri.
E’ incredibile come gli oggetti mi diano sicurezza.Sarà perchè oguno di loro ha una piccola storia,niente è entrato in questa casa per caso.
Per questo anche se sono sola,mi sento circondata da amici.
Ho letto con immenso piacere i commenti al mio scritto! La dolce ,tenera poesia di Trilussa mi ha riportata indietro ,da ragazzina (in prima media) amavo studiare le sue poesie ,per recitarle con successo( spudoratamente senza modestia),anche se il mio romanesco non era tanto credibile visto che sono toscanissima!!!
Cassandro,comincio a cercarli i tuoi commenti! Ho cercato fra i blog,ma non ti ho trovato,se ci sei mandami l’indirizzo,ti leggerò volentierissimo.
In quanto a LeftLeft,quelle immagini di leggere così lontano da tutti in campagna,è molto suggestiva.Mi ci sono ritrovata anch’io. Un giorno parlerò del paese dove è nata la mia mamma: Borgo a Buggiano.
Ci trascorrevo qualche giorno di vacanza d’estate,con tanti cugini e una nonna dolcissima.
Mia madre mi ha fatto conoscere dei posti indimenticabili.Mi ha fatto vedere e sentire come lei li aveva vissuti.I suoi ricordi sono diventati miei.
Quando ci torno (raramente perchè non c’è più nessuno che ci lega laggiù),non riesco a trattenere la commozione.Fra quelle strade di una volta,mi aspetto che compaia una bella ragazza dagli occhi verdi,capelli lunghi e mossi,che sorride fiduciosa alla vita con gli amici del cuore: Elda e Antonio,sempre pronti a prendersi gioco delle cose,e a divertirsi con poco!
Qualche volta ,camminando ,mi giro,l’eco delle loro risa è ancora lì,dove la loro giovinezza è stata interritta a metà,dall’arrivo della guerra.
Sono diventati dolorosamente grandi in fretta. La vita gli ha divisi,portati in altre città. Ma i ricordi ,quelli no, sono rimasti sempre insieme.
Forse è per questo che mi parlava tanto di quei ragazzi.Finchè qualcuno li ricorderà,vivranno sempre spensierati per le strade del paese.

Riferimenti: i ricordi vivono con noi

La vita può essere bella!


Stamani mi sono decisa,vado in centro a fare spese,prima mi taglio i capelli,un bel colpo e…zac! La testa è nuova,mi sento nuova e ho un appuntamento!
La libreria mi aspetta,varco la soglia e un odore inconfondibile e amato mi corre incontro! Sono pervasa da una leggera euforia! Libri,libri,sono dapperttutto. Li guardo con finto distacco,in realtà avrei voglia di cercare,toccare con le mani le copertine,sentira il frrrr delle pagine quando si scorrono veloci,avvicinarli al naso e respirare la loro essenza!
Un signore sorridente si avvicina”ha trovato qualcosa?” “Sto cercando l’ultimo libro di Erri De Luca,Il contrario di Uno” “Ah” fa lui,”l’ho sentito ieri sera,gli ho chiesto se era disponibile per alcuni incontri col pubblico! Ma sarà difficile,non presenzia volentieri”.
Il cuore mi batteva a 1000 all’ora,non sono riuscita a commentere,ho solo sorriso. Nel frattempo ha preso il libro,l’ha messo in un sacchetto e me l’ha consegnato,ho pagato e…..Mio,era tutto mio! Sono uscita velocemente,appena girato l’angolo,ho tirato fuori il libro e come lui ha scritto in un’altro racconto” Ho girato il foglio sempre alla svelta per proseguire da quel primo rigo,in alto a sinistra”. Ho cominciato a leggere,sentire la sua voce,incurante delle persone che passando magari mi urtavano.Ero in un altro mondo.Mi ha riportato alla realtà ,la sirena di un’ambulanza.Ho chiuso il libro,però non l’ho riposto in borsa,l’ho tenuto stretto in mano. In macchina era vicino a me,sono stata felice.Ora lo leggerò piano piano,per farlo durare più a lungo,le frasi le leggerò tantissime volte per capire anche quello che non è scritto.La vita può essere bella! In questo mondo pieno di superficialità,trovare tanto amore in un libro credo non sia cosa da poco!!
Riferimenti: il mio amore nascosto in un libro

Per Cassandro e Sara


Cassandro,scrivi benissimo! Vorrei averla anch’io la tua capacità di espressione!!!Come sono belle quelle frasi in italiano antico,danno un tocco particolare,d’altri tempi che mi piace molto. Devi essere parecchio “acculturato”. Io sono solo una maestra di asilo,che però non ho mai avuto una cattedra,solo supplenze e tanta,tanta colonia!!
Ieri ero in gita con vecchie compagne di scuola,abbiamo fatto lo stesso viaggio ad Assisi, che facemmo,spensierate e piene di sogni,alla vigilia della maturità! Per un giorno siamo tornate quelle di allora.Ormai siamo tutte fra i 40 e i 50 anni,ma giuro che ieri nessuno lo avrebbe detto.Si,è stato divertente,per un giorno,dimenticare i problemi di sempre ed essere spensierate! Però è stato bello anche tornare,la mia vita è qui,con mio marito i miei figli.Questi figli tanto desiderati,senza i quali,non potrei vivere.Con mio marito( più grande di me) che mi ha insegnto tutto della vita.Anche se da tanto tempo non parliamo più di noi,non vede più me,ma una parte integrante della casa. Tant da crearmi una piccola evasione ,che rispetto ad altre,forse è più innocente(forse).
In quanto a Sara,sapere che hai letto”Tu,Mio” e “Montedidio tutto d’un fiato”,mi fa un’enorme piacere,se l’hai letto così difilato,è segno che ti è piaciuto! Concorderai con me nel riconoscere che Erri è uno scrittore sensibile e fuori dalla norma.
Sono anche lusingata di essere stata letta da te! Sei fra i miei blog preferiti. Ciao e grazie a tutti e due.

risposta a Cassandro


Grazie per quello che hai scritto, i tuoi versi ( nessuno Mai mi dedicato dei versi) li scriverò sul libro di Erri che porto con me, si intitola ” Tu,Mio” (ogni riferimento a persone o cose,è puramente casuale). Cosa mi piace di Erri!? Tutto. E’ un uomo di grandi passioni,anche se a vederlo non si direbbe,bisogna saper leggere fra le righe, deve aver molto sofferto,le delusioni sono evidenti sul suo volto,ma non si è mai piegato , arreso. Ha creato però una barriera fra lui e gli altri,non permetterà a nessuno di ferirlo ancora. Ha una grande forza d’animo,è un gran ricercatore,non scende a compromessi, insomma è fantastico. Non gli ho mai parlato e forse non lo farò mai,primo perchè potrei apparire ridicola ,e questo non lo sopporterei,secondo…non mi viene a mente, non voglio dire ,e se mi sbagliassi???!! No,lui è senz’altro così.
Anch’io sono timida e solitaria,posso sentirmi sola in mezzo a mille persone,la solitudine è uno stato mentale,siamo due persone che hanno attraversato non pochi ostacoli. Con lui mentalmente sto’ bene e quando lo sento ( poco perchè è anche schivo ) puoi capire l’emozione.
Conosci i suoi libri? IO ho letto: Come noi coi fantasmi-Tu,Mio-Aceto,arcobaleno-In alto a sinistra-Montedidio. Non sono molti ma tempo spero di averne tanto per leggerli tutti .Ciao

grazie Erri De Luca


Mi piace Erri De Luca!
Non ho mai creduto alle infatuazioni per gente che vive dentro uno schermo,un giornale o in qualsiasi altra parte che fa spettacolo! Per questo,quanto mi è accaduto,è veramente inspiegabile.
Premetto che sono sposata da parecchi anni, e come capita a tante persone, alterniamo periodi in cui le cose vanno a gonfie vele,ad altri?.be’,un po’ meno. Comunque non tradirei mai,non è nei miei principi. E adesso veniamo ai fatti.
Qualche anno fa,seguivo alla televisione,sul terzo canale,una trasmissione dove alcuni scrittori,scienziati,politici,professori di varie materie,tenevano lezioni ad alcuni studenti liceali. Questi a loro volta, rivolgevano delle domande,innescando così un dibattito sempre interessante e istruttivo.
Era circa l’ora di pranzo,così fra apparecchiare la tavola,affettare il pane etc., prendevo degli spunti per intavolare(!) con Chiara( all’epoca proprio una liceale ) qualche dotta discussione.
Così un giorno,l’ho sentito parlare! Spiegava le cose in una maniera asciutta, stringata, ma ogni parola ,era perfetta! Poi l’ho guardato,e quello che ho visto, mi è piaciuto molto,molto,moltoHo cominciato a leggere i suoi libri,e quando li leggo,sento la sua voce,è come se me li leggesse lui.
Non avrei mai creduto mi accadesse questo,ed è anche la prima volta che ne parlo ,non so se c’è qualcosa di male. Di sicuro quando lo vedo o lo sento,il cuore mi accelera notevolmente,lo stomaco si accartoccia e l’adrenalina corre veloce!
Spesso tengo un suo libro in borsa,mi basta dargli un’occhiata e?via,il mondo può continuare a girare. Questo è il mio piccolo segreto,il giardino in cui mi nascondo quando la fatica di vivere diventa insopportabile! Perciò grazie Erri,grazie di esistere

Finalmente,forse cel’ho fattaaaa!!


Credevo di dovermi arrendere! Ho già spiegato che non sono per niente pratica di computer, ma così dura non lo credevo proprio.
Il fatto è che Chiara è al mare con una sua amica, perciò nessuno può aiutarmi, mio marito non ama la tecnologia, lui è un artista, dipinge, è un sognatore, perciò……mi sono arrangiata e ce l’ho fatta. Sono contenta di me,anche perchè è qui, proprio qui che volevo scrivere.
Ho letto alcuni blog che mi hanno commosso, divertito, insomma sono stata conquistata da tutti quanti,siete bravissimi ecco.
Io non lo sono,però sapere di essere in vostra compagnia mi fa stare meglio.
Mia madre mi consigliava sempre di scegliermi amici o amiche dai quali potevo imparare qualcosa. Questa volta sarà così, ne sono certa.
A mia figlia ( diciannovenne ) non dirò niente, così potrò esprimermi con più libertà,ah! ah! ah! si invertono le situazioni, ora sarà lei a volermi controllare, per questo mi aveva iscritto da un’altra parte, però a me non piaceva, mi sentivo estranea, ho provato ma…avevo l’impressione che fossero tutti ragazzini, quindi non potevo trovarmi a mio agio.
Ora spero di ricordarmi bene tutti i passaggi. Sono così contenta che farei una capriola!!

Riferimenti: Sono dura ma ce l’ho fatta!!