Estate in arrivo!!!

Ricordo quando ancora amavo l’estate, che durante questo periodo, l’idea delle vacanze,,con le agevolazioni e gli ozi ( molto relativi ) conquistati grazie alle promozioni scolastiche,e alle previsioni di giornatine in cui si spalancavano forzieri di gioie perfette alla Diego Valeri, tanto per intenderci.

Continua a leggere “Estate in arrivo!!!”

Mai più Animali Prigionieri

Non è insolito che con le mie sorelle, quando ci sentiamo ( più volte durante la settimana ) vaghiamo con le mente nei nostri ricordi. Così è stato Domenica, non so bene come, dal presente, con mia sorella Daniela ( la sorella più grande ) siamo passate ai ricordi di quando mamma ci portava al Parterre. Era un luogo dove ci divertivamo molto.

Continua a leggere “Mai più Animali Prigionieri”

BUON ANNO!!!

Quest’anno l’attesa del nuovo anno è meno triste dello scorso anno perchè ancora non siamo in lockdown, ma nonostante i vaccini ( ho fatto la terza dose due giorni fa che mi ha pure dato una febbre da cavallo…) ci sentiamo accerchiati da questo Covid con variante. Non ho mai sentito tanti casi di contagio come in quest’ultimo periodo. Non ci resta altro che incrociare le dita sperando di non contagiarsi a nostra volta, anche se dicono ( ma quanto dicono!!! ) che grazie alle vaccinazioni , non sarà poi una cosa così terribile.

Continua a leggere “BUON ANNO!!!”

La mia età dell’incoscienza…

Avevo appena compiuto nove anni, frequentavo la terza elementare, quando dalla casa di via Garibaldi, andai ad abitare nelle case lungo la ferrovia. Tante palazzine allineate, ognuna col suo giardino e molto carine a vedersi. La nostra era l’ultima e il nostro giardino confinava con la rete che ci divideva dalla ferrovia. I treni quando passavano si sentivano eccome! Ed essendo vicini alla stazione era tutto un andare e venire, senza contare quelli che facevano manovra. Però come in tutte le cose a tutto ci si abitua. Il treno era l’unica cosa che mi piaceva di quel posto.

Continua a leggere “La mia età dell’incoscienza…”

Raccontami di te

Oggi è una giornata strana per me. Eppure intorno a me brilla il sole, caldo come se fosse primavera. E benchè non ami l’estate, la primavera riesce sempre a sorprendermi con il risveglio della natura. Mi da’ il senso della rinascita, della speranza.

Continua a leggere “Raccontami di te”

La bellezza di ” Un filo d’olio “

C’è un libro che ormai rileggo ogni inizio di estate. Lo leggo perchè ha il sapore delle estati passate, quando volevano dire vacanza dalla scuola e andare in campagna dalla nonna. Il libro si intitola ” Un filo d’olio”

Scritto magistralmente da Simonetta Agnello Hornby

Continua a leggere “La bellezza di ” Un filo d’olio “”

Momenti così…

Scrivo zitta zitta in questo pomeriggio di giugno molto assolato. Qui, nella camera che ancora chiamo ” di Andrea “, anche se lui si è sposato e ovviamente non è più la sua camra, mi sento al sicuro.

Grazie al pc posso sentirmi sia in mezzo agli altri, sia difesa dagli altri. Eh, si, perchè da quando è iniziata la pandemia col relativo lockdown, mi sono adattata a vivere lontana dagli amici, conoscenti, insomma tutte quelle persone che di solito gravitano intorno ad una persona. Posso dire che ho guardato il mondo dalla finestra… C’è voluto un po’ per abituarsi, ma ora pur se vaccinata, l’idea di ritrovarmi in mezzo alla gente mi spaventa.

Continua a leggere “Momenti così…”

Ricordando l’Aikido

Che emozione mi ha fatto leggere, un paio di giorni fa un post che parlava di Aikido e akama! https://wordpress.com/read/feeds/105318623/posts/2986575358

Mi ha fatto tornare in mente quando anch’io ero un’aikidoka e indossavo l’akama!

Tutto era nato per caso…portando mio figlio in palestra. Aveva scelto di praticare il Judo, ma io mal sopportavo di stare a guardare le lezioni con i relativi combattimenti. Mi sembravano un po’ violenti… e temevo sempre che qualcuno potesse fargli del male ( be’ poi un giorno qualcuno gli spezzò un braccio! ) così per ” ammazzare “il tempo finii per girare fra le stanza della palestra dove si eseguivano altre discipline. La palestra era tanto grande, così, cominciò il mio scuriosare senza però trovare niente di interessante…….finchè un giorno, arrivai in una stanza lontana da tutte le altre, mi affaccaiai e………rimasi affascinata dalla grazia dei movimenti di quella disciplina! Su quel tappeto, il maestro e gli allievi, danzavano, le loro movenze, apparentemente lievi e armoniose, mi conquistarono all’istante!!!!

Continua a leggere “Ricordando l’Aikido”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: