Toscanità

Finalmente posso dedicarmi un po’ al blog. Ho avuto dei giorni pienissimi che di fatto mi hanno impedito di scrivere alcune cose che purtroppo…fuuuu! Sono volate via dalla mente. Ma stasera vedrò di rimediare raccontando qualcosa su noi toscani.

Perchè la toscanità, non è data solo dalla nascita, è un modo di essere, di vedere il mondo di fare ironia. C’è anche l’irriverenza talvolta, ma mai la cattiveria. Il toscano è un sognatore che spesso sogna in grande. Tanto è vero che fa un uso esagerato sull’accrescitivo. Anch’io non sono esente da questo ” vizio “

Continua a leggere “Toscanità”

Una brutta sorpresa!

Ieri ho avuto una bruttissima sorpresa. Sorpresa che non mi sarei di certo aspettata… avevamo deciso, mia figlia ed io, di fare una cena diversa a mio marito ( noi proponiamo le cose in maniera giocosa… così tronchiamo sul nascere qualsiasi obiezione….è una tattica tutta femminile che vi assicuro, funziona!! ) Così ad una certa ora del pomeriggio abbiamo preso la macchina e ci siamo dirette in centro per acquistare degli squisiti ” panini di Giovanni ” che oaramai si trovano solo nel locale ” la barrocciaia”

Continua a leggere “Una brutta sorpresa!”

Ovvia, stasera ridiamo un po’…

Un pastore stava pascolando il suo gregge di pecore, in un pascolo decisamente lontano e isolato, quando all’improvviso vede avvicinarsi una macchina nuova fiammante che avanza lasciandosi dietro una nuvola di polvere.
Il guidatore, un giovane, rallenta, si sporge dal finestrino dell’auto e dice al pastore:
“Se ti dico esattamente quante pecore hai nel tuo gregge, me ne regali una?”
Il pastore guarda l’uomo, evidentemente uno yuppie, poi si volta verso il suo gregge e risponde con calma:
“Certo, perché no?”
A questo punto lo yuppie posteggia l’auto, tira fuori il suo computer portatile e lo collega al suo cellulare. Si collega a internet, naviga in una pagina della NASA che scansiona l’area e ne fa una foto in risoluzione ultradefinita. Apre quindi un programma di foto digitale ed esporta l’immagine a un laboratorio di Amburgo in Germania che, dopo pochi secondi, gli spedisce una e-mail sul suo palma confermando che l’immagine è stata elaborata ed i dati sono stati completamente memorizzati.
Dopo pochi minuti riceve una risposta e alla fine stampa una relazione completa di 150 pagine e rivolgendosi al pastore esclama:
“Tu possiedi esattamente 1586 pecore”.
“Esatto. Bene, immagino che puoi prenderti la tua pecora a questo punto” dice il pastore e guarda il giovane scegliere un animale che si appresta poi a mettere nel baule dell’auto.
Il pastore quindi aggiunge: “Hei, se indovino che mestiere fai, mi restituisci la pecora?”.
Lo yuppie ci pensa su un attimo e dice: “Okay, perché no?”
“Sei un Parlamentare” dice il pastore.
“Caspita, è vero – dice il giovane – come hai fatto a indovinare?”
“Beh non c’è molto da indovinare, mi pare piuttosto evidente – dice il pastore – sei comparso senza che nessuno ti cercasse, vuoi essere pagato per una risposta che io già conosco, a una domanda che nessuno ti ha fatto, e non capisci un ca@@o del mio lavoro.
Ora restituiscimi il cane.

divertitamente vostra, Vitty 🙂 🙂 🙂

Non ci si salva più!!!

Stasera non so ancora cosa metterò in tavola perchè una mia amica mi ha fatto venire un mucchio di brutti pensieri!!!

Dunque vi spiego com’è andata. Stamani me ne andavo tranquilla al supermercato a fare la spesa. Non avevo ancora ben chiaro cosa comprare, però – mi sono detta – guardando fra i banchi un’ispirazione mi verrà!!!-

Mentre spingevo il mio carrello, ho incontrato questa mia amica ( ovvia, amica è un po’ troppo…diciamo conoscente ) che si è unita a me nel girare fra le corsie e gli scaffali del supermercato.

Continua a leggere “Non ci si salva più!!!”

Mondo blog

Ho riflettuto un po’ su questo mondo virtuale che se usato male, riesce a fare tanto male, ma se usato bene, riesce a fasr sentire meno sole le persone, così come è capitato a me .

In questa società, dove la voglia dell’apparire invece di essere,
detta legge, quello che accade nel mondo blog, è l’opposto!
Qui, nessuno ti giudica per come sei vestita, sei alta, bassa,
se hai l’orologio di marca o il taglio dei capelli all’ultima moda!

Continua a leggere “Mondo blog”

Progetti al tempo del Covid

Che dire… quanto si deve contare per non sbottare, urlare, arrabbiarsi?

Dopo due anni, anzi tre, perchè nel 2019 il primo luglio sono caduta e mi sono rotta la gamba destra e il braccio sinistro. Quindi un mese di letto, poi la riabilitazione e l’estate è passata. Dopo è arrivato il Covid…. e quest’anno finalmente la grande decisione, con gli amici Gianni e Marta, a Luglio tutti sul Monte Amiata.

Continua a leggere “Progetti al tempo del Covid”

Prudenza e Attenzione

Leggendo il Tirreno, fra le notizie on line, una mi ha rattristato in modo particolare.

Fano, padre annega. Un figlio disperso e l’altro in ospedale

Ogni anno, il mare come la montagna vuole le sue vittime. Sulla montagna non posso dare consigli perchè non sono esperta, amo l’aria fresca che può regalarmi l’estate, ma non mi azzardo certo a compiere scalate o escursioni impegnative. Mi limito all’aria fresca e ai panorami. Per il mare invece il discorso è diverso. Ci sono nata, mio padre, ricordo, vigile del fuoco sommozzatore con tanto di brevetto di salvatore a nuoto, ha insegnato a me e a mia sorella più grande ( con la piccola non ce l’ha fatta ) a nuotare, a rispettare e a temere il mare.

Continua a leggere “Prudenza e Attenzione”

Le emozioni della lettura!

Oggi vorrei parlarvi di un libro che ho letto qualche settimana fa. Un libro di un autore che amo a scatola chiusa. Basta evocare quel nome e so già che mi piacerà tutto quello che leggerò. Parlo di Erri De Luca, un autore che ho imparato ad amare sentendolo parlare, prima di leggerlo !

Continua a leggere “Le emozioni della lettura!”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: