Una serata con Voi!!!

Oggi è stata una giornata strana,lo scrivo qui, come se lo scrivessi sulle pagine del mio diario. Diario che ho scritto praticamente fino a quando ho iniziato a scrivere il blog. Perchè non avendo nessuna velleità di divenrare una scrittrice, mi sembrava già tanto di poter trasmettere i miei pensieri a qualcuno che stava aldilà del monitor. La sorpresa fu quando vidi che rispondevano e molti si riconoscevano in quello che scrivevo! Che splendide emozioni. Loro non lo sapevano ma quelle parole mi facevano piangere di commozione. E tutto perchè mi sentivo ascoltata.

Continua a leggere “Una serata con Voi!!!”

Tienimi per mano al tramonto

Tienimi per mano al tramonto,
quando la luce del giorno si spegne e l’oscurità fa scivolare il suo drappo di stelle…
Tienila stretta quando non riesco a viverlo questo mondo imperfetto…
Tienimi per mano… portami dove il tempo non esiste…
Tienila stretta nel difficile vivere.
Tienimi per mano… nei giorni in cui mi sento disorientata…
cantami la canzone delle stelle dolce cantilena di voci respirate…
Tienimi la mano, e stringila forte prima che l’insolente fato possa portarmi via da te…
Tienimi per mano e non lasciarmi andare… mai…


Herman Hesse

Romanticamente vostra, Vitty.

Questo post è per me e per chi si sente come me!!!

Stamani mi sento piuttosto…si può dire, non si può dire— ma si! Dice che le parolacce si possono dire e sono pure indice di intelligenza, ovvia, così lo dico :Mi sento incazzata, oh!!!! Mi hanno fatto arrabbiare là dove avrei pensato di trovare comprensione . A Voi capita mai di fare un qualcosa pensando di fare bene, anzi di fare una sorpresa e ritrovarsi ad essere rimproverata come se foste una decelebrata?

Continua a leggere “Questo post è per me e per chi si sente come me!!!”

Di nuovo al mare

Stamani di primo mattino, abbiamo deciso di andare al mare e fare la colazione direttamente al bar sui bagni della signora Sandra.

Una volta arrivate, nonostante non fosse una gran bella giornata, ci siamo accorte che era affollatissimo. Abbiamo subito fatto gli scontrini….e qua ci siamo rese conto che i prezzi sono andati alle stelle. Forse i costi delle briosce risentiranno dell’aumento del greggio verificatosi dopo la chiusura del canale di Suez…il cappuccio poi non siamo riuscite a capire il perchè sia così lievitato. Però abbiamo capito perchè gli avventori pagano dopo aver fatto colazione. Mangiano a sbafo due o tre briosce e quando passano alla cassa ne dichiarano solo una.

Le cose che spariscono prima sono i bomboloni alla crema ,mentre le focaccine al prosciutto cotto vengono fatte sparire dentro gli asciugamani così sul mezzogiorno, insieme ad una bustina di patatine il pranzo è servito.

Mentre pagavo a Sandro gli ho fatto notare l’esosità degli aumenti… Lui ha sorriso e si è lisciato il mento masticando amaro, ma d’altra parte, mi ha fatto notare lui lavora solo tre mesi l’anno, quando va bene, quando non c’è il covidd. ” Anche noi si dovrà pur vivere ,no?”

Continua a leggere “Di nuovo al mare”

Via, abbiamo rotto il ghiaccio!!!

Da stamani è iniziata finalmente la mia stagione dei bagni. Sono anni che vengo a questo stabilimento, però parlando con Voi, ho deciso di chiamarli bagni vittyna beach, così avrò l’impressione di essere insieme a voi anche su questa spiaggia.

Che dite, non vi sembra una buona idea? Come inizio,non ho scelto proprio uno dei giorni migliori, però siccome a me il caldone non piace assolutamente, sono stata grata all’arietta fresca e al venticello che c’ha dato il benvenuto.

Continua a leggere “Via, abbiamo rotto il ghiaccio!!!”

Quando la civiltà si misura dalle panchine in una città

Prendendo spunto da un post di Coule la vie in cui parla di politici che tolgono le panchine dalla città per evitare che vengano usate dai barboni, mi è venuto in mente un post che scrissi anni fa proprio sull’argomento panchine e barboni. Così ho pensato di riproporlo, perchè i vecchi scritti…chi li legge più?

Tutto iniziò con un libro regalatomi da mia figlia a Natale.

Continua a leggere “Quando la civiltà si misura dalle panchine in una città”

Help, non ci capisco più niente!!!

In questo periodo ho l’impressione che ci sia un po’ di confusione nei mondi degli uomini e delle donne. Forse lo stare rinchiusi ha fatto saltare certi stili di vita, o questo politicamente corretto che invade e travolge le vite di tutti! Fatto stà che adesso non sorprende più ( oh, io mi sorprendo eccome, ma come dice mia figlia, sono una boomer, quindi sono anche abbastanza scusabile ) incontrare un uomo truccato con tanto di unghie smaltate.

Continua a leggere “Help, non ci capisco più niente!!!”