Sono Inquieta

Sono inquieta, stressata. Questa seconda fase di contagi, la sto’ prendendo piuttosto male, peggio della prima ondata. Nel lockdown di Marzo, ero sì preoccupata, ma anche incuriosita su come sarebbe andata a finire. Mi pareva di vivere in un mondo irreale, dove la maggior parte delle persone si riteneva ottimista sull’esito di questa pandemia. Infatti si vedevano cartelli con la scritta ” andrà tutto bene !” alle finestre, terrazze, sventolava il tricolore. Altri cantavano dai balconi.

Continua a leggere “Sono Inquieta”

La casa della rabbia

Salve a tutti! Oggi desidero parlarvi di una cosa per me completamente nuova. Forse per qualcuno non sarà una novità, e per qualcun altro potrà essere utile! Ma prima di tutto, vorrei chiedervi, siete nervosi? C’è qualcosa che vi manda in bestia e non potete sfogarvi? Vi fanno arrabbiare sul lavoro, o la scuola in questo periodo vi stressa più del dovuto?
Le elezioni americane non vanno come avreste voluto?? Dite la verità….ogni tanto la rabbia cova dentro di Voi! In genere è un sentimento estremo e negativo perché fa perdere l’autocontrollo.

Continua a leggere “La casa della rabbia”

54° anniversario alluvione di Firenze

Nel 1966, gli ultimi giorni di ottobre e i primi di novembre erano stati caratterizzati da violente ed intense precipitazioni, interrotte solo da brevi schiarite nel giorno di Ognissanti. Le piogge erano aumentate di intensità nella giornata del 3 novembre ma a Firenze e dintorni nessuno si dava eccessive preoccupazioni, dato che le piene dell’Arno, del Bisenzio, dell’Ombrone Pistoiese e degli altri corsi d’acqua erano per tutti un “classico d’autunno”. A seguito di un’eccezionale ondata di maltempo causò forti danni non solo a Firenze, ma anche a Pisa, in gran parte della Toscana e, più in generale, in tutto il Paese. Iin città e nei dintorni si preparavano a trascorrere in casa il 4 novembre, anniversario della vittoria nella prima guerra mondiale, allora festa nazionale.

Nessuno immaginava quello che sarebbe accaduto la notte e le prime ore della mattina….

Continua a leggere “54° anniversario alluvione di Firenze”

Ricordando l’Aikido

Che emozione mi ha fatto leggere, un paio di giorni fa un post che parlava di Aikido e akama! https://wordpress.com/read/feeds/105318623/posts/2986575358

Mi ha fatto tornare in mente quando anch’io ero un’aikidoka e indossavo l’akama!

Tutto era nato per caso…portando mio figlio in palestra. Aveva scelto di praticare il Judo, ma io mal sopportavo di stare a guardare le lezioni con i relativi combattimenti. Mi sembravano un po’ violenti… e temevo sempre che qualcuno potesse fargli del male ( be’ poi un giorno qualcuno gli spezzò un braccio! ) così per ” ammazzare “il tempo finii per girare fra le stanza della palestra dove si eseguivano altre discipline. La palestra era tanto grande, così, cominciò il mio scuriosare senza però trovare niente di interessante…….finchè un giorno, arrivai in una stanza lontana da tutte le altre, mi affaccaiai e………rimasi affascinata dalla grazia dei movimenti di quella disciplina! Su quel tappeto, il maestro e gli allievi, danzavano, le loro movenze, apparentemente lievi e armoniose, mi conquistarono all’istante!!!!

Continua a leggere “Ricordando l’Aikido”

Sono tornata!

Eccomi, sono tornata! Potrei dire…rinata! Perchè un farmaco che doveva farmi passare una banale febbre, mi ha dato una terribile reazione, intossicandomi dappertutto, uccidendomi quasi! E’ stato terribile sentirsi morire così, senza un vero motivo…

Devo dire grazie all’Ospedale di Pisa di Cisanello, in special modo la Clinica Universitaria medicina di Urgenza, se oggi sono di nuovo con Voi.

Mi hanno saputo ascoltare e mi hanno tolto l’inferno che avevo dentro e fuori di me.

La loro pazienza, cortesia, preparazione, la porterò sempre con me e in fondo al mio cuore non finirò mai di ringraziarli per questa nuova possibilità di vita che mi hanno donato. Sono ancora molto debole, parlo poco ( uh…per la gioia di casa! ) ma posso scrivere.

Mi siete mancati tutti, mi è mancato leggervi, sorridere , commuovermi delle vostre parole. Tradurre il tedesco e l’inglese che non conosco degli amici blogger che ho imparato a conoscere e ad apprezzare.

La cara amica Mary mi è stata vicina con tutto il suo affetto mandandomi messaggi di incoraggiamento. Appena sarò più forte ci faremo una lunga chiacchierata…lo giuro!

Ringrazio gli amici Sergio Sestolla e Cassandro che mi hanno inviato versi di consolazione. Leggerli mi ha fatto bene e mi hanno fatto sentire meno sola.

A tutti un saluto affettuoso con la promessa che piano piano mi metterò in pari con i Vostri post.

Felice di essere con Voi, Vitty, la vostra Vitty.

L’Infinito, finito?

Sono rimasta stupefatta nel leggere la notizia che costruiranno la più grande discarica
di rifiuti a Recanati, proprio sotto “l’ermo colle ” che ispirò il poeta Giacomo Leopardi.

Solo lo scorso anno di maggio, fu festeggiato il secondo centenario di questa poesia. Fu celebrata,insieme alla bellissima veduta un tempo tanto cara al poeta per la sua vista mozzafiato la quale col tempo è diventata un simbolo distintivo del territorio !Ora purtroppo, la sorte di quell’ermo colle adorato dal poeta sembra essere segnata da un destino decisamente triste.

Continua a leggere “L’Infinito, finito?”

Per qualche morto in più…

Questi sono indubbiamente momenti difficili. Facciamo di tutto affinchè i giorni scorrano in maniera quasi naturale, ma sempre l’attenzione la sera volge al bollettino dei nuovi contagi del covid. Ci sentiamo accerchiati…almeno, io mi sento così. Anche se molte persone negano l’alto rischio di contagio. Mi arrivano dei messaggi con tanto di interviste a questo e a quel medico che affermano che questo virus è solo un’influenza…che talvolta non da’ neppure sintomi. Quindi, se non ci sono sintomi, non c’è neppure la malattia…. ( !) Suvvia, basta con le mascherine che fanno peggio che meglio ! E via di questo passo…

Continua a leggere “Per qualche morto in più…”

Saldi e assalti…

Qualche giorno fa, ormai saranno trascorse un paio di settimane, mia figlia ed io, non abbiamo resistito al richiamo dei saldi!! Così un pomeriggio abbiamo deciso di andare a fare spese. Le vetrine della città ( noi facciamo di tutto per non andare nei centri commerciali, tutti fuori città. ) facevano a gara a chi prometteva più sconti… finalmente ho potuto acquistare l’abitino che tanto mi era piaciuto qualche tempo fa! Mentre mia figlia si è data alla pazza gioia! Già che eravamo in centro ci siamo dirette anche ” alla madre di famiglia”, negozio storico livornese, dove viene venduta biancheria per la casa e personale…. peccato che non siamo state le sole ad avere quell’idea!!!

Continua a leggere “Saldi e assalti…”

La più brutta del reame…

E così stamani sono venuta a sapere che Livorno, la mia città, è la peggiore della Toscana. Non so chi e con quali parametri sia arrivato a questa conclusione, posso solo dire però che sono in buona compagnia, perchè Napoli risulta la peggiore della Campania, Roma del Lazio e tante tante altre…

Per me l’Italia è tutta bella! Forse ci saranno città in cui si vive meglio, vuoi perchè più organizzate, o perchè meglio amministrate… ma in quanto a bellezza, ognuna ha il suo fascino, la sua storia! Napoli è bella tutta e Roma…Roma è piena di tesori e vestigia antiche che tutto il mondo ci invidia!!

Continua a leggere “La più brutta del reame…”