Tempo di Natale, tempo di auguri !

buon natale 8In questi giorni, ogni cosa ci ricorda che è tempo di Natale, tempo di preparare la lista dei regali.Le piazze e le strade sono parate a festa ,
gli alberi decorati, i presepi illuminati. Lo scenario natalizio è pronto per portarci a ricordare momenti felici della nostra infanzia.

Mille oggetti occhieggiano dalle vetrine, pronti per essere impacchettati e donati. A me piace girare per buon natale7negozi tutti addobbati. Dove anche spendere diventa una festa! Molti preferiscono pensare ai regali con parecchio tempo di anticipo. Per me invece, è proprio questo il periodo adatto, Cercare di indovinare il dono adatto alla persona che dovrà riceverlo, alla sua sorpresa…

I regali…alla tv ho seguito un dibattito in cui alcuni esperti ( oggi tutti sono esperti!!! ) si chiedevano cosa in realtà voglia dire fare un regalo… Sono un modo per farci accettare o perdonare? Per chiedere amore? O sono uno stratagemma per uscire dal grigiore quotidiano? Che cosa risvegliano nella nostra mente?

Forse regalare è un modo per farci ricordare e far parlare di noi… spero in modo positivo!!!albero di Chiara

Diceva Ovidio nell’Ars Amandi, che i doni conquistano uomini e dei.

E secondo me esistono regali che valgono più di qualsiasi bell’oggetto esposto in vetrina.auguri buon natale

Parlo degli oggetti creati dal saper fare qualcosa, che so….una marmellata, dei biscotti, qualche lavoro a maglia… qualcosa che ha preso il nostro tempo per aiutarci a immedesimarsi nell’altro e renderlo felice. Un po’ come condividere le emozioni! Ricordiamoci che il valore del regalo non è legato dal prezzo di mercato, ma dal suo significato!

Ma il regalo più bello in assoluto, al di là dei doni materiali, che possiamo donare ai nostri cari, è il Tempo.

Andiamo sempre di fretta, è giunto il momento di dedicare del Tempo , magari con una telefonata a quegli amici, parenti che sentiamo di meno. Regaliamo un abbraccio,, un sorriso anche ai nostri cari, fermiamoci un momento ad ascoltarli …ma davvero! Trasformiamo un attimo di presenza di ordinaria routine, in un momento di condivisione e affetto.

Qualunque sia la Vostra scelta, è bene ricordare che dietro ogni regalo c’è un pensiero, c’è nascosto un pezzo di noi. C’è un motivo per cui è stato scelto quel dono e non un altro… e per spiegarlo, esiste il bigliettino. Usatelo, provate a racchiudere lì il pensiero, dite il vostro perchè al regalo. Un motivo a volte vale più di un augurio, perchè è già realtà…

A tutti dono un abbraccio, un sorriso, il mio affetto. Buon natale amici cari, Buon Natale a Voi e alle Vostre Famiglie!!!!

Festosamente vostra Vittybuon natale da vitty

 

Annunci

Autore: vittynablog

Mi piace scrivere e condividere le mie idee e quelle degli altri

54 pensieri riguardo “Tempo di Natale, tempo di auguri !”

  1. E ancora Grazie, gentilissima Witty, di avermi posto fra i regali del tuo albero di Natale, pur se ancora una volta mi hai messo (ahimè!) accanto a Cassandro, anche se ampiamente ciò è corretto dalla copresenza al mio fianco di Chiara, Elena e Margot

    Ho provveduto a ricambiare la tua cortesia, e il tuo ricordo di me, presentando, a completamento di quanto richiesto, nel sottostante post “Sunshine Blogger Award 2018. Oh Yes!!!”qualche altra risposta alle tue domande, che spero gradirai ugualmente, e che in vero avevo già preparato e stavo per inviare quando è comparso il tuo nuovo post sul Natale.

    E quindi “Tanti auguri”, cara amica Witty, con il mio costante piacere di rileggere presto te e i tuoi commentatori.

    Piace a 1 persona

    1. Sergio, che bellezza, in una volta sola ho due tuoi commenti. Gli auguri qua e le risposte alle mie domande nel post ” Sunshine Blogger Award 2018. Oh Yes!!! ”

      Non c’è che dire… è proprio Natale per ricevere due doni così preziosi .

      Grazie amico carissimo, e non rammaricarti se fra i doni sotto l’albero di natale ( ti piace? Non sono brava a disegnare… anzi sono proprio una schiappa… me l’ha corretto un po’ Chiara , perchè il mio era più pietoso dell’albero ” spelacchio “. Però mi sono impegnata e c’ho messo tanto amore ❤ ) ti ho messo accanto a Cassandro. Per me siete indivisibili, come due angeli custodi.

      Ora vado a leggere le tue risposte, ti va bene se ti risponderò domani? Così avrò il piacere di parlarti anche domani 🙂

      Rinnovo i miei auguri per un sereno Natale e ti abbraccio con l'affetto di sempre. Ciao!!!! ❤ 🙂

      Mi piace

  2. auguri a te, vitty. sappi che io gli auguri ai parenti non li faccio… per cui immagino dovresti esser contenta che li faccia a te. 😉
    cosa regalare? un bel libro è un dono bellissimo che si ricorderà per tutta la vita, ma c’è il grave difetto che i gusti in materia letteraria e non sono molto opinabili e variabili da gente a gente…
    allora un regalo migliore secondo me sarebbe una piccola piantina, vanno benissimo anche quelle che stanno in un vasetto, a 1 euro… ma solo per le persone speciali che non storceranno la bocca ricevendolo e capiranno che gli hai donato qualcosa di vivo e bello…
    ma il dono migliore di tutti è quello di donare qualcosa che solo tu puoi fare, anche il tempo a una persona ricade in questa categoria…
    ancora auguri, vitty!
    e auguri anche a quelli che segretamente ti e mi leggono ma non si sentono di intervenire…

    Piace a 2 people

    1. Sono molto contenta e lusingata , Giordano dai tuoi auguri! E sono pure d’accordo nell’idea di donare un libro. Purchè si sappia un po’ i gusti della persona che dovrà riceverlo. E bella è pure l’idea della piantina vera. Le piante grasse, non richiedono molta cura e sanno sorprendere con delle fioriture eccezionali. Quindi non posso che congratularmi per la bella idea. ( anche per questo regalo però ci vuole la persona che ama le piante… )

      Tu che scrivi così bene, potresti donare un racconto scritto su misura per la persona che lo riceverà.

      Sarebbe veramente un regalone-one -one. Praticamente sarebbero due regali in uno. L’originalità del dono personalizzato e il tempo dedicato per scriverlo.

      Ma anche i semplici auguri , quando sono fatti col cuore, vanno super bene.

      Ciao Giordano, ti auguro di trascorrere queste feste in maniera serena in compagnia delle persone a te più care. ❤

      Piace a 1 persona

      1. talvolta ho donato un racconto… ma è una lama a doppio taglio. la gente è molto permalosa. non capisce che è una finzione, ci vede sempre dell’altro… per esempio una volta, per una che mi piaceva, realizzai un fumetto di poche pagine… non la prese benissimo sul momento! però, in fondo, alla fine è andata bene… comprese che ero stato carino con lei e… pensa un po’… oggi neppure mi odia! incredibileee! 😉

        Piace a 2 people

      2. Quell’incredibileee!!! Mi ha fatto ridere! E perchè mai avrebbe dovuto ” odiarti ” ( accipicchia! ) in fondo hai avuto un’idea così carina, personale. Sarà che io adoro le parole. E sapere che qualcuno si è seduto, ha pensato e scritto per me… è una cosa che mi manda in solluchero.
        In più le parole si possono leggere e rileggere. restano nella mente, scendono nel cuore. insomma, quando sono positive ( perchè quando sono dure fanno invece molto male!!! ) fanno un gran bene.

        Stasera, grazie alle parole, ho scoperto che non solo sei bravo, ma pure simpatico e scherzoso!!!! Ciao, e ancora auguri!!! 🙂 ❤

        Mi piace

  3. Augurissimi anche a te e famiglia, cara Vitty! Da anni siamo quì a scambiarci gli auguri e sembra ieri averti conosciuta tramite questo blog virtuale che tanto amiamo.

    Che bell’idea gli auguri con l’albero disegnato ed i nostri nomi a fare bella mostra! Solo tu puoi fare queste cose! Brava!

    Quest’anno, per la prima volta in assoluto, passerò il Natale fuori con mia figlia Giulia e la sua famiglia. Sto preparando i bagagli e fra un po’ si parte. Torneremo per festeggiare con l’altra mia bimba l’ultimo dell’anno e staremo tutti insieme.

    Ti auguro ancora buone feste e tanta serenità. Un abbraccio e a presto!

    P.S. Anche noi regaliamoci un po’ di TEMPO…

    Piace a 3 people

    1. Davvero Mary, sembra ieri quando abbiamo cominciato a trasmetterci idee e commenti vari su queste pagine virtuali. Da subito ho sentito che avevo incontrato una vera amica virtuale. Così è stato… questi quindici anni me ne hanno dato la conferma!

      Sarà un bellissimo Natale all’insegna della novità. Goditelo serenamente!!!

      Grazie per gli auguri, l’abbraccio, che contraccambio di cuore, e l’augurio di avere Tempo.

      Cosa ne dici se l’auguriamo a noi e ai nostri cari???

      I REGALO IL TEMPO

      Non ti auguro un dono qualsiasi,
      ti auguro soltanto quello che i più non hanno.
      Ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;
      se lo impiegherai bene potrai ricavarne qualcosa.
      Ti auguro tempo, per il tuo fare e il tuo pensare,
      non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri.
      Ti auguro tempo, non per affrettarti a correre,
      ma tempo per essere contento.
      Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,
      ti auguro tempo perché te ne resti:
      tempo per stupirti e tempo per fidarti e non soltanto per guadarlo sull’orologio.
      Ti auguro tempo per guardare le stelle
      e tempo per crescere, per maturare.
      Ti auguro tempo per sperare nuovamente e per amare.
      Non ha più senso rimandare.
      Ti auguro tempo per trovare te stesso,
      per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come un dono.
      Ti auguro tempo anche per perdonare.
      Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.

      Elli Michler

      Piace a 2 people

    2. Cara Vitty, sono commosso, veramente, che tu mi abbia messo sull’albero!! Ma, me lo merito? …direbbe quel bischero di Giorgio.

      Credo di no, dico anch’io (leggi dopo).

      In ogni caso, non sono per niente occupato (come commenti sul mio blog), almeno non occupato per te, mia carissima toscanaccia!!! Sai, non sono notturno, sono alzereccio dunque ho letto il tuo bellissimo post solo stamattina alle 6:45, mentre ieri sera alle 11 sono crollato sul letto dopo un pomeriggio passato a via del Corso in mezzo alla bolgia (a Roma a Natale al centro convergono disgraziatamente centinaia di migliaia di persone dall’Italia e dal mondo).

      Ero con mia moglie che mi trascinava da un negozio all’altro, da un tessuto a una sciarpa a una scarpa stivaletto all’altra, con la folla (solo consumistica?) che vociante non ti dava tregua (mi sono messo però i tappi di silicone, è la mia arma segreta quando voglio “staccare”).

      E via ancora da un cappello a ciuffone a ciuffetto ai maglioni e i loro colori [“il blu cielo, o a Antonio (mio genero il sannita, tostissimo) piacerebbe di più un bordeaux? No, dai, un carminio. Oppure scegliamo tra il blu acciaio e il blu elettrico: che dici?”).

      Ora io, daltonico, assentivo o negavo, a caso.

      Devi poi sapere, carissima livornese, che quando avevo dai 3 ai 6-7 anni mia mamma quando stava bene mi portava nelle zone centrali di via del Corso, via della Vite, via del Gambero, via Condotti ecc. e giocava a vestire il suo bambolotto, cioè io: mi mette il giacchetto 1, toglie il giacchetto 1, mi mette quello 2, no, il 3 è meglio. I pantaloncini corti 1? Nah, meglio i 2. O forse i 3: sì, direi questi!

      Ora io è naturale sfastidiavo e da allora quando mi avvicino a quelle peraltro bellissime strade mi viene l’orticaria (il Corso al tempo dell’Impero Romano e fino al Rinascimento si chiamava via Lata, e lì i papi avendo deciso di farci le corse dei cavalli per Carnevale, si chiamò da allora via del Corso forse per questo: ci sono tutte le case patrizie, e come è noto gli stranieri che facevano il Gran Tour in Italia per attingere alle origini della loro cultura, ci abitavano, come Goethe).

      Preso pertanto dall’orticaria, dai colori che non distinguo (e dai tappi che non sbarrano più niente) dico a mia moglie:

      “Beh, mo’ basta, me ne vado!!!”

      Il mio tono, disperiato, è imperioso. Lei si irrita, vuole che goda delle differenze tra il blu acciaio e il blu elettrico (e che io partecipi alla festa del dono, dell’amore del dono, come dici tu, Vitti, donna dal cuore grande toscano, ma io sono pessimo, al di là d’ogni redenzione, forse perché – non cerco scuse – figlio di un padre calvinista che ricevette UN SOLO regalo in tutta la sua infanzia, un pistola, che il padre rovinò per sbaglio SMONTANDOLA: così finì, inutilizzato, il suo UNICO REGALO!).

      “Vado!!!” dico di nuovo.

      Allora vado ma mi sento anche terribilmente egoista (dici,Vitty: “il valore del regalo non è legato al prezzo, ma al suo significato”; bisogna “immedesimarsi nell’altro e renderlo felice! Ecc.”

      Vago allora per il Campo Marzio e cerco un bar dove sedermi in pace a leggere colpevolmente il Messaggero. Per rifiatare.

      Niente.

      Tutti i bar che conoscevo non esistono più.

      Alla fine, a via dei Prefetti 23 trovo una pizzeria al taglio. Mah, dico. Vi entro non convinto ma ‘è meglio di niente’, penso. A poco a poco sono però catturato dal posto …

      [continua sul mio blog]

      Auguri!!!!!!!!!
      Il tuo virtual amico
      Giovanni

      Piace a 1 persona

      1. Giovanni che bella sorpresona mi hai fatto!!! Ho letto solo stamani ( in un momento di intervallo nella preparazione del pranzo di Natale ) questo tuo lungo e divertente commento! Certo che ti meriti di essere sul mio albero! 🙂 sei fra i miei blogger preferiti… sei gentile, scrivi bene e mi fai pure ridere. Il che non è poco di questi tempi .

        E che sei bravo, e paziente lo dimostra il fatto che vivi circondato da donne… e se è vero che siamo ” l’altra metà del cielo ” è anche vero che non sempre è facile sopportarci 😍 quindi non credo che il tuo amico Giorgio avrebbe qualcosa da dire, ovvia…

        Esilarante è stato il tuo ruolo di consigliere durante gli acquisti con tua moglie. Mi è sembrato di vederle le scene, lei che ti mostra il maglioncino da regalare al genero ” tostissimo, sannita ” ( oh mamma, quindi anche parecchio bellicoso… ) giusto per non avere tutta la responsabilità per una sua eventuale reazione….

        Quindi come potevi assentire o negare a caso, dato che per tua ammissione sei daltonico, quando ti veniva chiesto di scegliere fra ” un blu elettrico o un blu acciaio o meglio un bordeaux?”

        Poi ci dirai quale colore è stato scelto e l’effetto che ha suscitato

        E bella anche l’immagine di Roma che hai saputo trasmettere. Così affollata, festosa, piena di luci natalizie. Non l’ho mai vista Roma addobbata con luci e colori di Natale. Deve essere una meraviglia! Nella mia città invece, quest’anno per protestare contro il sindaco che ha fatto un gran macello con i parcheggi… ( non ne ha indovinata una, una sola da che è stato eletto…e fra poco il suo mandato scadrà, così terminerà l’esperimento grillino… ) i commercianti non hanno aderito alla luminaria natalizia. Quindi a parte l’interno dei negozi, non c’era molta aria festosa nelle strade.

        Capisco il perchè ti venga ” l’orticaria ” quando ti avvicini alle zone centrali per fare spese. La tua mamma, come tutte le mamme….come me del resto, avrà cercato di comprarti gli abiti che ti stavano meglio.. i più belli! Capisco che la cosa ti rendesse nervoso… anche mio figlio si ribellava. Non aiutava per niente nella vestizione. Però avevo un’arma segreta nel mio arco e grazie a quella riuscivo a sbloccare la situazione. L’arma segreta ( mica poi tanto segreta ) era il negozio di giocattoli che lui preferiva. Lo portavo dentro , dopo , e lo facevo scegliere. Tornavamo a casa sempre contenti, lui col suo gioco, io con i suoi abiti.

        E nessuno glielo rovinava smontandolo!!!

        Poverino! Mi hai fatto una tenerezza nel leggere la fine ingloriosa del tuo unico dono ricevuto durante la tua infanzia!

        Spero però che crescendo ti sarai rifatto comprandoti tutto quello che ti è piaciuto.

        Ci vuole una grande pazienza con i genitori. Sono persone umane che sbagliano…siamo persone umane che sbagliamo involontariamente, convinti di far bene…ma qualche volta toppiamo alla grande!

        Alla fine hai lasciato il campo… per andartene a cercare un luogo tranquillo…come un bar per leggerti in pace il giornale… invece hai trovato una pizzeria…

        Bè bisogna che venga a leggere il continuo nel tuo blog…

        Grazie degli auguri che contraccambio , e del dono del tempo che mi hai riservato. Nonostante le giornate frenetiche hai trovato il tempo per scrivermi così a lungo. Grazie, ho molto apprezzato.

        I saluti te li faccio nel tuo blog…. arrivooooooo!!!! 🙂

        Piace a 1 persona

    3. Cara Mary, allora tu parti ora. Noi siamo invece stati da poco ad Amsterdam, a fare i babysitter della piccola Sofia di 4 mesi. E’ stato bello ma faticoso: 10 ore al giorno!
      Però quella bambina ci è entrata nel sangue. Ora che mia figlia sta qui e se la porta sempre dietro, mi ci manca!!

      Mi piace

      1. Partita e tornata! Solo una settimana… ci siamo incontrati con figlia, genero e nipotine che venivano dalla Germania sulle Alpi del Tirolo e lì abbiamo passato, per la prima volta nella vita, il Natale.

        Ora siamo tutti insieme nella mia casa per trascorrere, anche con l’altra figlia, il 31 dicembre, fine 2018!

        Ti auguro quì dalla nostra amica Vitty cari auguri di Buon Anno!

        Piace a 1 persona

      2. Cari auguri di buon anno anche a te e a voi, carissima Mary! Noi siamo stati 20 giorni insieme alla figlia più grande prima ad Amsterdam e poi qui a Roma dove abbiamo passato il Natale con lei, il marito e la piccola Sofia di quattro mesi. È stata un po’ una mazzata ma ne siamo felici. Ora sono ripartiti. Passeremo il capodanno tra amici. L’altra figlia, invece, è rimasta in Inghilterra perché Tom, il mio futuro genero, ha due nonne molto ma molto anziane e per loro poteva essere l’ultimo Natale 🎄.
        Quindi di nuovo auguri a te e a voi tutti per un buon anno e, naturalmente, a tutta la banda dei blogger, qui da Vitty e altrove.

        Mi piace

  4. Ho letto tutto il tuo post, Vitty, che è nel complesso, come al solito, molto gradevole, però . . . finiamola con questo “indivisibili”, quando parli di me e di “quell’altro”: Sestolla è una cosa ed io sono un’altra COSA (nota il maiuscolo).

    Tant’è che lui (spilorcio) si è limitato scriverti su questo beneaugurante post soltanto uno striminzito “Tanti Auguri” di Buon Natale, mentre io, come vedi, oltre ad un grande BUON NATALE, scrivo più a lungo e in maniera più completa, anche per ringraziare “tutte” del dono che ricevo diuturnamente.

    IL VOSTRO SORRISO

    Non lo potrete mai sapere, donne,
    quanto ripaga un vostro sorriso!
    . . . altro che svolazzar di minigonne!
    . . . altro che scollatura a “Paradiso”

    (perché un Paradiso è quello che
    vien messo in mostra . . . con il vostro “Embeh?!”)

    E’ il sorriso vostro un azzurro
    a cielo aperto . . . è brezza di mare
    . . . è una tartina con salmone e burro,
    se nel concreto si vuol sconfinare

    (anche perché pur questo ha valore
    di delizia che ben rallegra il cuore)

    Che a voi non costi molto io lo so,
    per cui vi prego assai assai più spesso
    fatecelo, e questa vita “No”

    trasformerete in “Sì” . . . Ecco, adesso,
    mentre leggete questi versi, o
    . . . passo per un romantico un po’ fesso.

    E voi non lo volete certo ciò! . . .

    Se sol sapeste quanto quello vale!

    Diciamo ch’è un dono di Natale!

    ( Cassandro )

    Mi piace

    1. Oh, Cassandro, ma possibile che state sempre a litigare voi due!! Sembrate Brontolo dei sette nani… invece siete così carini insieme quando andate d’accordo !

      Per esempio mentre scrivo, immagino di essere seduta in mezzo a Voi. Mi piacciono le vostre gentilezze. Mi sento coccolata e viziata…

      Quindi mettetevi l’animo in pace perchè non farò a meno di nessuno di Voi… ❤

      Grazie Cassandro per aver scritto questi versi così dolci sullimportanza del sorriso. Anche a me piace incontrare le persone che mi vengono incontro sorridendo. Non costa niente uno sguardo gentile, un saluto, un sorriso.

      E’ il sorriso vostro un azzurro
      a cielo aperto . . . è brezza di mare
      . . . è una tartina con salmone e burro,
      se nel concreto si vuol sconfinare

      Non costa niente e fa molto bene a chi lo riceve. Ma anche chi lo dona , chi riesce a guardare con fiducia le persone intorno a se' vive in una dimensione più serena!

      No carissimo, nessuno pensa che tu sia " un romantico un po' fesso "

      Sei invece una persona dolce e sensibile. Come avresti potuto essere un poeta se tu non fossi così???

      Allora per ringraziarti…. prima di tutto devi sapere che ti sto' sorridendo 🙂 e te ne voglio regalare tanti di sorrisi…. 😍 😊 😇
      😋 🤣 🤩 🙂 🤗 💋 🤸🏿‍♀️ ❤️ 🤩 😋 🙂 😋

      Se non ti bastano te ne invierò ancora… va bene??? Buon Natale Cassandro!!!

      Mi piace

  5. quest’anno sembra presentarsi un buon Natale Witty
    Lo auguro anche a te e famiglia, che sia pieno di energia per concretizzare tutti i tuoi desideri che poni in quella vuota culla per adesso. La nostra quella del presepio della borgata è piena di chicchi. La Maria ha come sempre la sciarpa rosa e Giuseppe la sua bottiglia di grappa.
    Sinceramente era piena quando hanno terminato di montare la sceneggiata, ma si vede che non solo Giuseppe aveva freddo.
    Da Natale Maria sara Santissima Madonna e Giuseppe Santo…
    Witty provalo il caffè corretto al vov
    Ti abbraccio carissima navigatrice del web

    Piace a 1 persona

    1. Andrea, ma quanto mi piacciono i tuoi scritti!! Riesci con poche parole, a descrivere delle situazioni che prendono forma come una tela prende forma, diventa immagine grazie alle pennellate di un pittore.

      E’ bellissima , serena la scena che hai descritto riguardo al Presepe e la culla piena di chicchi… e la grappa di Giuseppe che sparisce sempre di più.

      Vi penserò la notte di Natale quando metterò il Bambino Gesù nella mangiatoia. E dopo assaggerò il caffè corretto al vov. Così mi sembrerà di essere in mezzo a Voi!!!

      Apro le braccia e vi abbraccio tutti!!! 😋 Buon natale carissimo, Buon Natale a tutti!!!!

      Mi piace

  6. Ciao Vitty, sono felice di essere una pallina colorata appesa al tuo alberto del blog. E’ importante per me, che sto scoprendo quanto possa essere ricco e vasto questo mondo apparentmente effimero, quello della blogosfera. Quest’anno il Natale lo sto vivendo malissimo, non ho avuto tempo nemmeno per curiosare a spasso tra i negozi addobbati a festa. Ho dovuto scegliere tutto su Amazon, pensa un po’ la tristezza! A questo siamo arrivati, nel 2018 a quanto pare se una donna come me lavora 12 ore al giorno non ha più il tempo nemmeno per guardare due vetrine. Quando ha tempo, i negozi sono chiusi perché alle 19.00, quando esco, tutti hanno fretta di chiudere ed io devo correre a fare la spese, cucinare,rassettare. Caro Babbo Natale, regalami del tempo e te ne sarò grata! E’ il dono più prezioso che possiamo fare a noi stessi e agli altri!
    Un abbraccio!

    Piace a 1 persona

    1. Hai ragione Paola, il tempo è una cosa preziosissima, ce ne accorgiamo quando comincia a mancarci… peccato non sia qualcosa di palpabile, qualcosa da poter conservare e tirare fuori quando serve ! Però siccome le cose vanno così, bisogna prendere il lato positivo delle cose ( Pollyanna insegna !!! Un libro letto da ragazzina che mi ha insegnato a guardare il lato positivo di ogni situazione…anche se talvolta non è così semplice )

      Pensa che ti sei risparmiata la confusione nei negozi, la noia di cercare un parcheggio e talvolta addirittura rinunciare e tornare a casa imbufalita… le code…

      Invece con Amazon basta un click…e il gioco è fatto. I pacchi arrivano a casa in pochissmo tempo, facendoci risparmiare tempo e stress.

      Che dici, così va meglio??? 🙂

      Ho piacere che il mio albero dell’amicizia ti sia piaciuto. A casa, insieme agli addobbi di sempre, aggiungo ai rami i bigliettini di auguri dei doni ricevuti. Anche degli anni passati, così da riempire l’albero non solo di fili e luci colorate, ma di parole e pensieri affettuosi.

      La blogsfera è un luogo che mi affacina e nello stesso tempo mi intimorisce, perchè non si sa mai chi c’è dietro le parole che leggiamo. Però quando troviamo le persone giuste, come te, come Elena, e Andrea, Giovanni, e gli altri che frequentano il mio blog…bè allora è davvero piacevole rilassarsi e sentirci parte di questo mondo fatto di parole…ma parole che escono dal cuore.

      Contraccambio l’abbraccio e rinnovo gli auguri per un sereno Natale a te e ai tui cari!!! Ciao Paola!!!! ❤

      Mi piace

  7. Cara carissima Vitty, GRAZIE! Anche se momentaneamente assente, non potevo non venire qui a farti gli Auguri di un sereno Natale e quale piacere “trovarmi” nel tuo albero!!! Spero di tornare presto a scrivere, mi sono fermata un attimo e sono passati sei mesi dall’ultimo post, il tempo vola! Spero di scrivere qualcosa prima di fine anno, la voglia c’è e quindi cercherò di trovare anche il tempo. Anch’io come te in questo periodo amo immergermi nell’atmosfera natalizia e quindi mi piace girovagare in cerca dei regali più appropriati per i miei cari. Però non disdegno neanche il web e devo dire che oggi è arrivato l’ultimo regalo che ho acquistato e sono a posto eheheh…Ho già incartato tutto e messo sotto l’albero i regali. Amo il Natale come da ragazzina, per me ogni anno la magia si rinnova…che ci posso fare…A proposito, Alice oggi mi ha detto, “mamma sei proprio una bambina”, e io l’ho preso come un gran complimento :))
    Cara, scusa se mi sono dilungata, ancora tantissimi Auguri di Buon Natale a te e a tutti i tuoi commentatori ma soprattutto ai carissimi Cassandro e Sergio Sestolla (sempre rigorosamente in ordine alfabetico).
    Un abbraccio a tutti 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Alice cara, non potevi certo mancare sul mio albero dell’amicizia. Quando penso agli amici del blog, tu ne fai parte. Sempre ne hai fatto parte, anche quando smettesti di scrivere. Con Cassandro e Sergio ( rigorosamente in ordine alfabetico, come giustamente hai fatto notare ) non abbiamo mai smesso di rammentarti. Loro poi rimpiangevano le tue traduzioni. Insomma quando qualcuno entra nel cuore, ci rimane!!!

      Tua figlia ti ha detto una cosa molto carina. ma si sa i bambini sono la bocca della verità , quindi si è attenuta a quello che vede, una mamma giovane e bella. Così devi sentirti sempre!!! 😉

      Spero di leggerti presto!

      Auguri carissima, ti abbraccio con affetto e ti auguro di trascorrere un sereno Natale con le persone a te più care!! ❤

      Piace a 1 persona

      1. Solo una siciliana non bergamasca come Alice può inventarsi — per uscirne liscia “comu ‘u passamanucu d’ ‘a Prefettura” — l’espressione “rigorosamente in ordine alfabetico” in una ideale graduatoria fra Cassandro e Sestolla, in osservanza del principio “tutto si fa abbasta ca c’è ‘a paci!”

        E va bene! Mi accontento (anche perché risulto, come è giusto che sia sempre, prima di Sestolla).

        Offriamo quindi ad Alice, apostrofata benevolmente dalla figlia “sei proprio una bambina”, qualche verso che ricordi questo complimento (unitamente ai miei auguri di Buon Natale e i ringraziamenti per il “carissimo”), giocando sul nome (Bambina Bambi), nella speranza che a te, Vitty, non dispiaccia il fatto che abbia utilizzato il tuo blog come risposta ad un commento che mi riguardava da vicino (nell’ultimo post di Come Alice non avrei trovato l’aggancio).

        B A M B I
        Ti guardo e…

        negli occhi tuoi s’ annega ogni pensiero
        nero che stava dentro la mia mente,
        od offuscato, ed il mondo intero
        s’illumina e risplende nuovamente.

        Perché?… Perché?…

        Me lo chiedo spesso… Invero tu
        non è che faccia nulla per cui ciò
        si realizzi, né hai occhi blu,
        o azzurri azzurri come il cielo, no!

        Però per me…

        anche se di colore assai normale
        …ce ne staranno al mondo un miliardo!…
        e grandi al punto giusto, ecco vale…

        …ecco cos’è!…

        l’enorme pulizia del tuo sguardo
        di Bambi, od altro tenero animale,
        che non conosce ancora il leopardo.

        Se sol potessi amarti penso che…

        (Cassandro)

        Buona serata a tutti e Grazie Vitty. Ciao

        Piace a 2 people

      2. Dispiacermi Cassandro? Sono sempre lietissima ti ospitare le tue parole. In più Alice è una cara amica comune 🙂 Ci mancherebbe altro! E ancora, mi sono goduta la bella e delicata poesia che le hai dedicato. Sono qua, in mezzo ai miei amici… cosa potrei chiedere di più???

        Forse un abbraccio…. Ancora Auguri, ancora Buona Natale!!! Ciao!!!!

        Piace a 1 persona

      3. Grazie veramente tanto cara Vitty perchè basta tornare qui sul tuo blog per ritrovarmi davvero come in famiglia. Quando torno capisco quanto mi manchiate voi e il blog :). Grazie mille anche a Cassandro per la bellissima poesia, che sento abbastanza mia ( e scusate la modestia 😛 ) perchè penso di non aver perduto lo sguardo limpido dei bambini nel modo in cui mi approccio alla vita. Ma non solo pregi per carità, anzi tutt’altro…Anche se ormai diciamo che doso “le battaglie” e, da siciliana non bergamasca quale sono eheh, cerco di essere pacifica e diplomatica…senza sforzo poi nel caso di te e Sergio che stimo in egual modo e considero due personaggi di grande levatura…(accidenti non riesco proprio a fare una graduatoria 😛 )… Un abbraccio affettuoso e grazie ancora a te Vitty per la gentilezza e l’ospitalità.

        Mi piace

    1. Paolo, mentre commentavi qua, io stavo ascoltando la tua voce! Mi piace molto questa combinazione!!! 🙂 Spero non ti sia dispiaciuto di essere stato inserito fra le …palle del Natale! 😉

      Grazie per esserti fermato, rinnovo gli auguri e un caro saluto, Ciao!!!

      Mi piace

  8. Anch’io, anch’io, voglio scrivere qualcosa sul “sei proprio una bambina” di cui, amica Alice, sei stata piacevolmente destinataria.

    E già, anch’io non posso fare passare tranquillamente. cioè “comme se nulla anfoss” (è il modo di interloquire dei catanesi che si atteggiano a colti) un gradito “carissimo” (pur se di seconda fila) inviando qualche verso in argomento.

    E giochiamo quindi — Vitty permettendo questo uso eccezionale del suo blog – per Alice, sulla parola Bambina Bimba e quindi con la variazione in “Birba”

    BIRBA BIMBA

    No. Questo qui non lo dovevi fare…
    cioè dopo il saluto usuale
    andare via… girarti e a me mandare
    un bacio con la mano. No, non vale…

    così proprio non vale… Che vuol dire
    poggiare la tua bocca alla tua mano
    a palma aperta e lasciar sfuggire
    verso di me un bacio?!… Ero lontano,

    lo so, di qualche metro, ma vicino
    a te mi ritrovai d’improvviso
    su quella palma vellutata, fino

    a risentir quel bacio sopra il viso,
    mentre facevi, birba, l’occhiolino
    e soffiavi ancora il tuo sorriso.

    Che dolce slealtà la tua però!
    Non farlo più, se no…attenta…bada
    ogni qual volta ti rincontrerò
    non vedrò l’ora che…tu te ne vada!

    (Spero, bimba, che ciò … presto riaccada).

    (Sergio Sestolla)

    Mi piace

    1. Sì , sì, gioca gioca Sergio! La cosa diverte anche me che mi posso gustare queste delicate composizioni. Ma dèèèèèèèèèè, a me nulla????

      Noooo, scherzo!!!

      Sono davvero contenta di questi scambi di auguri , stima e sorrisi.

      Ha ragione Alice, sembra di essere in famiglia ! Ed è questo lo spirito adatto per festeggiare in pieno il Natale. Ho risposto ora perchè da domani sarò tutta presa dagli impegni natalizi . Ma penserò con un sorriso e affetto anche a questa famiglia blog che tanta soddisfazione mi da’ , e mi ha fatto incontrare delle persone belle come voi.

      Perciò auguri di cuore con la bella musica di Jhon Lennon….

      Mi piace

  9. Ehm, non mi sembra John Lennon…però una scena della pazzia tratta da un’opera ci sta bene sempre. Certo, qui la Sutherland non è credibilissima come giovane fanciulla…ma del resto l’amore non ha età anagrafica e poi le eroine del melodramma restano giovani per sempre. Un’armonia celeste ci vorrebbe anche per noi, che siamo un po’ confusi dalle tenebre in cui ci immergono i fatti di ogni giorno.
    Ancora auguri a tutti, Paolo

    Piace a 1 persona

    1. Amfortas mi stai dicendo che è un disco ” tarocco ” quello che ho preso su Youtube? Mannaggia non c’è più da fidarsi neppure di quella piattaforma!!!

      Però sono contenta, perchè ho avuto di nuovo un tuo commento con una vera critica d’autore piena di ironia che mi ha molto divertita! Grazie per questo dono davvero prezioso! 🙂

      Mi piace

      1. Ma no, credo che tu abbia sbagliato qualcosa nell’incoporare il video di YouTube. Oggi vedo 7 indovinelli che metteranno alla prova il mio cervello, ieri vedevo la Sutherland nella scena della pazzia dalla Lucia di Lammermoor….forse è un problema del mio tablet boh. In ogni caso auguri di nuovo a tutti!

        Mi piace

    1. Eh, sì . . . è come dice Amfortas: “l’amore non ha età anagrafica”.

      E questo ci conforta immensamente, e ci spingere a vivere diuturnamente, per tutta la vita, tale sentimento, anche se purtroppo non restiamo “giovani per sempre come le eroine del melodramma”: infatti, come è ben noto, “L’età non protegge dall’amore, ma l’amore protegge dall’età”.

      Ma allora,

      dato che l’Amore si esterna sempre ed intimamente come “armonia celeste” (Dante docet), cerchiamo di coltivare per tutta la vita intera tale sentimento (che non cambia mai, come la festività di Natale che ripetiamo in modo identico per anni ed anni), e che si vive in maniera identica pure se diversamente a seconda dei tempi e dei modi,

      immergendoci in tale soave sonorità, anche per non restare, come assai spesso accade, “confusi dalle tenebre in cui ci immergono i fatti di ogni giorno” (sempre Amfortas)..

      L’ORA CALMA
      (Amore non ha età)

      Sono finiti, eh sì, quei tempi in cui
      avresti una donna acchiappato
      e subito su lei smanettato
      dovunque capitava, ora . . . sui

      fianchi, ora . . . sui seni . . . ora . . . davanti,
      ora . . . di dietro . . . vorticosamente,
      voracemente quasi, senza tanti,
      purtroppo, complimenti. Or che si sente

      l’età che avanza, e sei un poco più
      maturo, è arrivata “l’ora calma”,
      per cui porti nel tocco a tu per tu
      lieve la mano, in modo che sua palma

      sfiori appena appena ogni beltà,
      bene assapori ogni atomo di pelle,
      ogni rilievo, ogni rotondità,
      per poi volare insieme oltre le stelle,

      con lunga e più pacata intensità,
      per cui l’Aldilà ben vivi qua,
      con le soavi sue sonorità!

      E’ un’ora calma per necessità,
      ma piena piena di complicità,
      di voluttà di alta qualità!

      Come ognuno a questo mondo sa
      — pur se lo tace – “Amor non ha età”:

      proprio come da sempre, tale e quale,
      si replica la festa di Natale.

      E’ queste è certo bene e no male!

      (Cassandro)

      “E chi non è d’accordo” — come nel film di Blasetti degli anni in cui forse non si era ancora nati — “peste lo colga!”

      Ancora . . . Buon 25 dicembre del 2018

      .

      Piace a 1 persona

      1. Cassandro a me la peste non mi coglierà davvero, perchè concordo pienamente con te. Io sono innamorata dell’amore. E trovo bellissimo sentire il cuore che batte per l’emozione nei confronti di qualcuno.

        L’amore nasce da solo nel cuore delle persone. Non lo puoi forzare ne’ sollecitare. E’ un mistero come ciò possa accadere per una persona e non per un’altra… Quando nasce questo sentimento fra due persone che diventano una coppia, nel corso degli anni questo si modifica… ma rimane sempre amore.

        Non ci sarebbe vita…. se non ci fosse ” l’amor che move il sole e l’altre stelle ”

        Perciò ben venga questa tua affermazione che :

        ” “Amor non ha età”:

        proprio come da sempre, tale e quale,
        si replica la festa di Natale.

        E’ queste è certo bene e no male! ”

        Grazie per questo bellissimo regalo di Natale ! Per il tempo che anche tu ,fra tanti impegni hai trovato per me.

        Grazie e ancora Buon Natale ( ormai proprio agli sgoccioli !!) CIAO!!!

        Mi piace

  10. Ciao Vitty, bella sorpresa vedermi sul tuo alberello. Anche questo è un bel regalo di Natale. ti auguro di trascorrere serenamente Natale e festività. Ho ricevuto anche i saluti e gli auguri di Lelli, grazie a te, e mi ha fatto davvero molto piacere. Buon Natale a tutti.

    Piace a 1 persona

    1. Giano, ho piacere di averti sorpreso in senso positivo! E ho piacere che mia sorella ti abbia inviato i suoi saluti. Spero sia stato un Natale sereno! E per quest’anno….è quasi andato!!!! 🙂

      Ancora auguri, ciao!!!! ❤

      Mi piace

  11. Per ALICE

    Come è andata con il terremoto?

    Per i miei conoscenti in loco tantissima paura, ma pochi danni, salvo il timore per ciò che possa accadere la prossima imminente nottata.

    Speriamo bene e che tutto si normalizzi.

    Piace a 2 people

    1. Ciao Cassandro grazie per il pensiero, noi niente danni ma una paura grandissima. Pensa che io di solito sono quella che ha sempre tranquillizzato tutti: anche quando vivevo in famiglia prima di sposarmi ero il punto di riferimento che riusciva a calmare sia mia madre che mia sorella che si incontravano sempre davanti la mia porta mentre io restavo calma a letto, immagina la scena :)…Ecco io ieri sera per la prima volta nella mia vita ho avuto veramente paura. Anche Alice per la prima volta ha sentito la scossa, ha dormito con noi, pensa il suo terrore. Ovviamente temiamo la replica, siamo in continuo ascolto di tg e lettura dei media…Oltre al dispiacere per tutti gli sfollati che si trovano senza casa e in preda al panico. Speriamo che sua maestà La Montagna ci dia una tregua, stavolta sembra veramente incavolata…Grazie per il pensiero…

      Piace a 1 persona

      1. Sono molto contenta Alice sapere che non hai avuto danni! Sono stata fuori tutto il giorno e non ho potuto chiederti prima come stavi! bene ha fatto Cassandro a chiedertelo!!! Ti ho pensato molto, perchè le immagini della tv erano e sono terribili. Deve essere stata un’esperienza paurosissima! Se si pensa poi come vanno le cose in Italia…c’è da rabbrividire ancora di più. Perchè passati i primi giorni, le promesse dei politici che fanno le passerelle fra le macerie a promettere mari e monti, una volta spente le tv… c’è da sperare ben poco!

        Quindi ti auguro, Vi auguro che la Montagna Vi lasci tranquilli e torni a dormire!

        Un abbraccio forte a te e a tua figlia !!!!

        Piace a 1 persona

  12. Ed eccoci arrivati dal Natale — da te così bene ricordato, cara Vitty, e dai tuoi affezionati commentatori con episodi di vita festiva vissuta – alle porte di Capodanno.

    E’ l’ora quindi di pensare ai prossimi brindisi ed agli scambi di auguri che ci invieremo di certo a mezzanotte via etere.

    Dato che ancora non possiamo sapere come si svolgeranno le feste, mi limito a ricordare un Capodanno danzante di alcuni anni fa.

    CAPODANNO DANZANTE

    Vorrei fermarti su questo foglietto
    di carta, ma non stai ferma un minuto . . .
    Mi balli ancor davanti, ed il tuo petto
    innanzi a me sobbalza. Ho conosciuto

    che cosa vuole dire, questa notte,
    essere disponibile: splendevi,
    infatti, in mezzo a donne, alcune cotte,
    che in sala qui ballavano . . . Credevi

    che mi fossi passata inosservata?
    . . . e poi non lo volevi affatto, anzi! . . .
    e, ti rivedo . . . blusa traforata . . .
    mentre che al centro della pista danzi.

    “Sembra” che ti sia tutto indifferente! . . .
    (sembra l’ho messo tra le virgolette,
    se no perchè quel velo trasparente
    dalla cintola in su, e tacco sette?)

    Rivedo ognun che salta per suo conto
    all’assordante rock del D. J.
    e te, matura . . . ma non al tramonto,
    caschetto biondo e seno “affari miei”,

    che dal merletto ondeggia ben compatto.
    Tu con movenze armoniche e garbate
    quel ritmo accompagni, e ad ogni scatto
    piacevolezza spandi ad ondate.

    Sei bella, e lo sai, e provocante,
    come deve esser donna a Capodanno,
    per cui ti regali fra le tante,
    troppo agitate, a noi, e senza affanno,

    cadenzi il corpo tuo, sguardo nel vuoto,
    alle battute or del cha-cha-cha,
    or dell'”Alè Oh-oh!” . . . Fiore di loto,
    ti scorderò se non ti fermo qua,

    se non suggello il tuo muover la testa,
    avanti e indietro, come a dire “No”,
    mentre dal petto e i fianchi . . . e ciò che resta . . .
    irradi, invitante, un “Sì, si può!”.

    Più di qualunque altra il vero clou
    della serata . . . sei invero tu!

    E mi scervello . . . ma a chi assomigli,
    papavero svettante in mezzo ai gigli?

    Ah, ecco! . . . mi ricordi suppergiù . . .
    ed in particolare per il su . . .

    Ma sì, ma sì . . . ecco, perchè mi tenti
    con quegli studiati ondeggiamenti . . .

    con quei sobbalzamenti lievi che
    rimandano a cose molto osè.

    Domani glielo dico . . . o, forse, no . . .
    se no con me lei chiude, chè lo so

    che mi dirà: ‘La hai proprio puntata
    questa signora che dici velata

    ‘al vedo e non vedo’! . . . Mascalzoooone!

    . . . E con me osi farne il paragone!

    Non mi va giù tutta questa storia.

    . . . E tu lo sai che ne tengo boria!’

    “Stattene zitto!” il cuore mi avvisa.

    D’accordo, OK! . . . Però . . . era precisa!

    (Sergio Sestolla)

    Mi piace

    1. Buon Anno Sergio!!!! Anche se mi sento parecchio stanchetta, non voglio perdere l’occasione per risponderti. Perchè si sa : ” se rispondo a Sergio Sestolla il primo dell’anno, gli rispondo tutto l’anno! ” così la tua presenza è assicurata 🙂 ti piace l’idea? A me tanto!!!!

      I tuoi versi mi hanno fatto sorridere. Ma come, hai accanto l’originale e ti fai stregare da una copia? Anche se…come hai detto? ” era precisa! ”

      Ma questo fa parte fa parte del genere maschile… voltarsi , ammirare e rimirare chi davanti a lui :

      “alle battute or del cha-cha-cha,
      or dell’”Alè Oh-oh!” . . . Fiore di loto,
      ti scorderò se non ti fermo qua,

      se non suggello il tuo muover la testa,
      avanti e indietro, come a dire “No”,
      mentre dal petto e i fianchi . . . e ciò che resta . . .
      irradi, invitante, un “Sì, si può!”.

      Eh, quando si dice il linguaggio del corpo!!! Lo credo che sei rimasto ipnotizzato a guardare quella ” blusa traforata ”

      E bene hai fatto a non farne menzione con la tua dolce metà… che non l’avrebbe assolutamente consolata nel sapere che guardando ” quella” pensavi a ” Lei”.

      Però quanto mi piacciono questi giochi di sguardi, di gelosia… che sia questo il pepe e il sale della vita?

      Ti saluto con un abbraccio buon augurale caro Sergio, che l’anno nuovo ci trovi sempre qua impegnati a sorridere sulle cose belle della Vita! Ciao!!!! 🙂 ❤

      Mi piace

  13. Quanto è vero che oggi sono tutti esperti, che fastidio! Comunque è sempre più vera questa cosa del tempo. Ad esempio chi mi conosce sa che io per me sono pigrissima in cucina e non vado al di là della mera sopravvivenza, quindi se voglio fare qualcosa di gradito a qualcuno gli preparo un dolce o lo invito a cena e cucino io (non che non lo sappia fare anzi, solo che nel mio quotidiano non mi va ahah!). Così sanno che per me è una questione che fa la differenza 😅

    Piace a 1 persona

    1. La fa eccome la differenza cara Lucy! Perchè cucinare per qualcuno è un vero atto di amore. Sia che sia un’amicizia, o un amore! E’ un atto bellissimo, che ne sono certa, sarà molto apprezzato. In special modo quando come capita a te, vai in cucina solo per la ” mera sopravvivenza ” ( qua non ho potuto fare a meno di ridere )

      Sarà quindi considerato un privilegio , un vero dono, un piatto cucinato da te. ❤

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...